Si dice che la fede, in questo caso calcistica, non abbia confini. Ma averne conferma a quasi 7mila chilometri di distanza da Milano è, secondo me, qualcosa di incredibile.

Philadelphia, Pennsylvania, Stati Uniti d’America.

Sono qui per un viaggio di piacere, e mi viene un’idea che non potrà che rendere più completo il mio tour. Tra una sbirciata alla famosa Liberty bell, un morso ad una (deliziosa) Philly cheesesteak e una corsa sulla scalinata del Museum of Art, resa celebre dal film “Rocky”, perché non fare una piccola deviazione per andare a conoscere quello che, per via della sua fede rossonera, non è altro che un fratello che non ho mai incontrato?

Sto parlando di David Fante, un simpatico e grintoso architetto di 41 anni, rossonero fino al midollo, fondatore e punto di riferimento del Milan Club Philly. La chiacchierata con lui è molto piacevole, io lo sommergo di domande, incuriosito dalla sua vita, la sua esperienza, da come sia nato il club Philly.

“La mia famiglia ha origini abruzzesi“, mi dice, “ed anche se sono nato a New York ho l’Italia nel cuore. Dal 1990 ho cominciato a seguire assiduamente il calcio, soprattutto dopo aver visto giocare Paolo Maldini. Amo questo sport, ma soprattutto amo questi colori che ad ogni partita mi danno la possibilità di incontrare altri tifosi da tutto il mondo.

La storia di questo club ha inizio nel 2012 quando il Milan per la preparazione estiva è venuto a giocare a Philadelphia. In quell’occasione ho avuto la fortuna di conoscere Umberto Gandini che mi ha invitato all’allenamento della squadra dove ho potuto conoscere i giocatori!
In questa insperata visita ho incontrato un amico di Prato, Luca Salvi, trasferitosi a Philadelphia; insieme abbiamo deciso di formare questo club che nelle partite di cartello riesce anche a raggiungere i 30 tifosi davanti alla televisione!
Da quel momento questo sogno è continuato, prima riunendoci per le partite al ristorante “Alla Spina” ed in seguito al “Gran Caffè L’Aquila”.

 

Una delle cose che ci contraddistingue è che in occasione dei due derby annuali organizziamo una festa con i “cugini” di Philly e, nonostante la rivalità, anche dopo la partita è un giorno all’insegna dell’amicizia.

 

 

Il nostro gruppo è multietnico: molti tifosi hanno radici italiane o sono italiani espatriati, ma ce ne sono anche alcuni provenienti addirittura da Cina ed Arabia Saudita, appassionati alla maglia anche grazie, incredibilmente, a videogames come FIFA! A loro si aggiungono studenti da ogni parte del mondo, che per motivi di studio si trasferiscono a Philadelphia e rimangono con noi per un anno, ma restano amici per sempre.

Essere milanisti negli States non è semplice, non solo per la lontananza ma soprattutto per i problemi di orario che purtroppo impediscono a molta gente di seguire la squadra. Fortunatamente esistono anche qui tifosi veri che nonostante tutto non hanno il timore ad alzarsi alle sette di mattina la domenica per il Diavolo.

Io sono uno dei pochi fortunati che ha avuto la possibilità di recarsi a San Siro in occasione di una partita del Milan, grazie ad una sorpresa di mia moglie. Per questo spero di riuscire ad organizzare per il mio club una “trasferta” allo stadio. Non sarà semplice, ma non ci lasceremo scoraggiare da questo.
In questi anni ho avuto la possibilità di conoscere persone appartenenti a Milan Club Canada, Singapore, Indonesia e Dublino e, ogni volta che qualcuno passa per questa città nella costa Est degli Stati Uniti, ci ritroviamo e ci conosciamo più a fondo, uniti da questi colori magici che ci fanno venire i brividi.

David mi lascia con un messaggio per i tifosi rossoneri sparsi nel mondo:

Essere tifosi del Milan è come far parte di una famiglia estesa. Anche se incontri tifosi rossoneri per la prima volta è come stare con amici di vecchia data, non importa quale sia la loro provenienza”. Niente mi rende più felice della possibilità di far conoscere persone di culture diverse attraverso il nostro Club. Abbiamo vinto e perso tutti insieme e finalmente dopo anni poco gloriosi siamo pronti per il gran ritorno di questa squadra: avanti!! Forza Milan!”

Se volete lasciare un messaggio a questo Club potete a visitare la loro pagina facebook Milan Club Philly, scrivere una mail a milanclubphilly@comcast.net o seguirli su twitter ed Instagram @MilanClubPhilly.

Grazie ancora David ed un caloroso saluto agli amici rossoneri di Philadelphia.
E chissà, magari un giorno ci si incontrerà di nuovo!

 

 

    Il nostro LOGO
Con il Presidente del MIlan Club di Sydney a Washington DC Chinatown
Con gli amici di Singapore
Con il Milan Club Dublin
David con i giocatori
Con i “cugini” nel Derby
Merchandise
Il nostro Club
Amici dal mondo
Amici dal mondo
Ambro!
Amici dal mondo
Milan Club Philly con AC Milan Club NYC (a NYC per il Derby e al Meadowlands Stadium per Milan v Chelsea).
Milan Club Philly a Pittsburgh, Pennsylvania. (International Champions Cup – Milan v Manchester City).
Alessandro Nesta ci segue su Twitter!
Il Milan ci segue su Twitter!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *