“Ho letto questo bellissimo libro quest’estate, durante il volo per le mie vacanze. Leggendolo mi sono tornati in mente e anzi, mi è sembrato di rivivere momenti bellissimi della mia infanzia… tipo quando avevo sei anni e, vedendo una foto di Gullit sulla gazzetta, sono diventato milanista. Oppure quando a sette anni, per una sconfitta del Milan in una domenica di campionato, mi sono chiuso in bagno a piangere. Oppure ho gioito come un ultras per i quattro gol al Barcellona ad Atene… auguro al tuo e a tutti i bambini milanisti di poter vivere con la nostra stessa emozione e trasporto momenti fantastici, grazie a questo meraviglioso sport e assieme alla squadra di calcio migliore al mondo!”
(Andrea De Maria)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *