Tiago Daniel Rodrigues Dias in arte Tiago Dias, giocatore portoghese nato a Lisbona il 4 maggio 1998, corporatura longilinea ed esile,1,75 m di altezza, mancino di piede. Anche lui quest’estate è stato preda del duo Fassone-Mirabelli, fortemente voluto sopratutto dal secondo, la stampa e i siti di scouting lo hanno definito “il piccolo Suso” e adesso cercherò di spiegarvi il perché.

 

In Portogallo a soli 16 anni poteva vantare (nelle giovanili)  presenze, gol e assist sia con la maglia dello Sporting Lisbona che con la maglia del Benfica oltre ad essere stato convocato in tutte le annate della nazionale Lusitana, creando attorno a lui l’interesse di tutti i maggiori club europei.

 

In patria viene considerato come uno dei migliori prospetti del calcio portoghese. Sembra essere dotato anche di una forte personalità viste alcune dichiarazioni rlasciate in un’intervista a AABE – Associação de Adeptos Benfiquistas un giornale portoghese che domandava del suo passaggio dallo Sporting al Benfica:“Ho notato che qualcosa non andava nello Sporting Lisbona, sembrava in declino. Qui al Benfica la qualità delle strutture è nettamente superiore”, dichiarava nel 2014.

 

Dotato di una tecnica eccellente,mancino puro, molto agile e con un ‘ottima velocità d’esecuzione e di pensiero, ama partire da ala destra e rientrare sul suo piede preferito attraverso il dribbling o la sterzata per cercare il cross o l’imbucata per l’attaccante e favorire la sovrapposizione del terzino.

 

Eccellente conduzione di palla che sembra non staccarsi mai dai suoi piedi e sia nella nazionale che nel Benfica era uno dei principali candidati a  battere punizioni,rigori e corner grazie alle sue doti tecniche.Le uniche pecche sembrano essere il tiro in porta, dove è presente la precisione ma manca la potenza e il colpo di testa.

Al momento bisogna solamente aspettare che cresca e che debutti con la prima squadra, le premesse per fare bene ci sono tutte. Mister Gattuso gli farà certamente capire l’importanza di indossare la maglia di un club storico di fama mondiale.

Ti aspettiamo ansiosi di goderci le tue giocate nel prato verde di San Siro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *