È l’11 Luglio 1982, siamo a Montreal, Canada.

Un bambino di sei anni, di nome Marcello, non riesce a trattenere la gioia e urla tutta la sua felicità per l’Italia di calcio, appena laureatasi campione del mondo contro la Germania. Non appena l’arbitro decreta la fine della partita, si dirige fuori sulla strada dove abita per festeggiare con molti Italiani lontani dal Bel Paese e con i suoi genitori dagli occhi lucidi di incredulità. Non era facile in quegli anni essere un emigrato in terra straniera, soprattutto in Quebec,  visto che i francesi che volevano l’indipendenza dal Canada non ci vedevano di buon occhio anzi, ci mancavano di rispetto dicendoci di tornare a casa nostra e di mangiare spaghetti!

Da quel giorno però qualcosa è cambiato.

Grazie a quella vittoria storica ci siamo sentiti tutti più uniti e forti ma, soprattutto per quel ragazzino di nome Marcello, è nata una passione indelebile, quella per il Calcio.

Questa è la storia del Milan Club Montreal, ce la racconta il suo Presidente, Marcello Furgiuele.

“Si, quella è stata la prima volta in cui mi sono avvicinato in maniera irreversibile al calcio. Le magie di Paolo Rossi mi hanno  fatto sognare ma Paolo Maldini, che aveva solo 5 anni più di me e che pochi anni dopo avrebbe esordito in prima squadra, secondo me non aveva eguali.

Il mio unico e vero eroe.

Gli anni passavano e la mia passione cresceva a tal punto che, quando il Milan vinse due coppe dei campioni consecutive nel 1989 e nel 1990, non fu difficile attaccarmi definitivamente a quella maglia che Maldini indossava. In quegli anni si potevano vedere le partite del calcio italiano solo in alcuni ristoranti o bar italiani. Tutto questo era diventato qualcosa di religioso. Ci si ritrovava al bar per vedere la partita la domenica mattina per poi andare insieme alla messa. La comunità italiana qui in Canada è enorme e credo sia importante non dimenticarsi delle proprie radici valorizzando gli insegnamenti che i nostri genitori hanno tramandato, proprio come la passione per il calcio.

Per anni ho seguito le gesta dei miei eroi pur non facendo parte di un Milan Club. Solo pochi anni fa mi resi conto che c’era una grande voglia tra tutti i tifosi rossoneri di incontrarsi alla domenica e, grazie all’aiuto del vecchio Milan Club Montreal siamo riusciti a riorganizzarlo e dargli il giusto spazio anche sui social media.

Non è stato proprio un lavoro semplice ma, vedere i risultati in così poco tempo, ci riempie di orgoglio e ci da la forza di continuare. Ad ora abbiamo raggiunto i cento soci, un traguardo importante anche se sono sicuro che questo è solo l’inizio. Il nostro punto di ritrovo è il Bar Ciociaro che ci ha accolto come una grande famiglia soprattutto perché, essendo i proprietari milanisti, hanno preso a cuore questo Club credendo in noi ed alla nostra fede.
Durante le partite riusciamo quasi sempre a raggiungere i venti aficionados che formano la nostra famiglia nel week end sportivo, nonostante le partite di hockey, che per i canadesi sono più importanti del calcio.

In occasione del match contro il Napoli poi metteremo in bella mostra la maglia dedicata al nostro club di Jack Bonaventura, un’altra cosa che ci riempie di orgoglio!


Insieme a Radio Rossonera abbiamo lanciato il Milan Weekly Podcast. I nostri ragazzi si stanno dando davvero da fare curando tutto questo, essendo l’unico podcast in lingua inglese su questa radio. Secondo noi è una grande possibilità per dar voce a noi tifosi di lingua inglese ma anche per far pubblicità alla mitica Radio Rossonera, soprattutto fuori dai confini italiani. Complimenti a loro!


In questi anni di Milan Club Montreal siamo riusciti anche ad incontrare giocatori leggendari come Kakà e Pirlo che, giocando nella MLS, hanno accettato di buon cuore il nostro invito per una foto ed una chiacchierata durante la loro trasferta in terra canadese.

La fortuna poi ha voluto che la Supercoppa italiana 2003 si giocasse a New York al Giant Stadium. Quella fu la mia prima magica visita allo stadio per vedere una gara ufficiale dei miei beniamini, un’esperienza indimenticabile. Come Milan Club Montreal vogliamo arricchire il rapporto con l’AC Milan, aiutandoci a sostenere e preservare il Milanismo che esiste qui, magari con la visita di  un ambasciatore, giocatore o ex giocatore, dirigente ecc… per esempio come ha fatto Franco Baresi andando a guardare una partita in Cina con i tifosi, anche se sarei senza parole se avessi la possibilità di incontrare Paolo Maldini. Un altro dei nostri sogni è di riuscire ad organizzare una bella “trasferta” a San Siro con i ragazzi del nostro Milan Club, magari per vedere una partita di Champions, sperando che il Milan finisca il campionato nelle prime quattro posizioni…

… non è una cosa impossibile ma lavorare come abbiamo fatto fino adesso sicuramente ci darà la possibilità di sognare… proprio come quel bambino nell’82…”

Grazie mille per il tuo tempo Marcello, vuoi mandare un messaggio ai tifosi rossoneri?

“La passione per il Milan esiste anche qui a Montreal, la citta piu’ bella e piu’ “Europea” in Nord America. Noi del Milan Club siamo maggior parte figli d’immigrati Italiani e abbiamo un forte legame con la patria anche vivendo dall’altro lato dell’oceano. Ricordiamo a tutti tifosi: Nella gioia e nel dolore, Milan eterno amore! Un affettuoso saluto a tutti gli amici rossoneri nel mondo dal Milan Club Montreal e sempre FORZA MILAN !”

Il nostro CDA:
Presidente: Marcello Furgiuele
Vice Presidente: Stefano Polillo
Consiglieri: Vincenzo Tavernese, Mario Tenuta, Giovanni Leone

Twitter: http://twitter.com/ACMClubMTL
Facebook: http://www.facebook.com/milanclubmontreal
Instagram: https://www.instagram.com/ACMclubMTL/
Email: info@milanclubmontreal.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *