Mi chiamo Mike Brennan e sono il Vice Presidente del Milan Club Dublino, il primo ed unico Milan Club in Irlanda. Io, come molti altri membri del club, sono irlandese ma ho un’affinità per questi colori che dura da una vita. Sono nato nel 1985 ed ho sempre saputo dell’esistenza di questa grande squadra ma, solamente intorno agli otto anni, mi sono definitivamente innamorato di questi colori. In quel periodo alla televisione inglese passavano un programma chiamato “Football Italia”. Non credo proprio di dover spiegare perché il calcio italiano era così amato, soprattutto avendo un gioiello così grande sulla corona come l’Ac Milan.

Avevo otto anni e vedevo giocatori come Van Basten, Boban, Gullit, Rijkaard, Maldini, Baresi, Costacurta, Rossi… e potrei andare avanti per ore! Giocatori fenomenali che facevano magie ogni domenica, vestendo quelle mitiche magliette a strisce rossonere.

Come potevo non innamorarmi?

Passarono tre anni quando finalmente indossai quei colori su di me. Ero in gita a Barcellona e avevo ancora un po’ di soldi per un souvenir. Mentre gli altri ragazzi della mia classe compravano la maglia del Barcellona, io riuscii a trovare un piccolo stand di maglie europee… sulla schiena diceva Weah 9. Da quel momento l’ho portata come fosse la mia seconda pelle.

Ad essere onesto non ho mai pensato che fosse strano essere un tifoso del Milan all’estero. Crescendo in Irlanda e, non avendo una lega professionale di calcio, la grande maggioranza di tifosi di qui tifano squadre di campionati esteri, maggiormente della Premier League come Manchester United , Liverpool, Arsenal Etc. Incontrare tifosi italiani del Milan a Dublino è sempre una bellissima esperienza, ogni volta rimangono scioccati vedendo qualcuno che è cresciuto a 2000 km di distanza da San Siro, e che possa sentire le stesse loro emozioni per questa squadra. .

L’idea del club è venuta al nostro presidente Fabio Parente nel Gennaio 2014 dopo la sconfitta del Milan per 4-3 con il Sassuolo, l’inizio dei problemi per questa squadra. Il nostro club nacque proprio dalla frustrazione di rimanere solo spettatori davanti ad una squadra che faticava a vincere. Avevamo bisogno di creare un atmosfera dove potevano combattere insieme…

Il club fu creato nello stesso posto dove ci ritroviamo tutt’oggi, il Woolshed Baa & Grill nel centro di Dublino, uno sport bar “a tema australiano” che mostra tutte le partite del Milan. Io, personalmente, ho visto proprio lì le partite dei rossoneri degli ultimi dodici anni!

Da quando faccio parte di questo club mi sono preso la responsabilità di organizzare gli eventi legati alle partite e, in poco tempo, il numero dei tifosi durante i match è aumentato da 12 persone per partita fino a 40/50 anche nelle partite di basso profilo. Quando ci si amo ritrovati allo woolshed, per esempio al derby di quest’anno, eravamo più di 120 tifosi!! Ormai ci siamo costruiti una reputazione di fans calorosi che cantano e urlano per tutti i 90 minuti, creando un’atmosfera da stadio nel pub. Per fortuna il mitico staff del Woolshed assicura sempre che le nostre partite vengano trasmesse nello schermo più grande.

Oltre a questo, organizziamo viaggi a San Siro per i soci, per esempio 15 di noi sono andati a vedere Milan Juventus ad ottobre ed altri di noi, incluso me stesso, abbiamo viaggiato in Grecia per Atene-Milan, il tutto documentato da un bellissimo video che voi tutti potete vedere nella nostra pagina Facebook.

La prima partita che ho visto a San siro è stata purtroppo troppo tardi nella mia vita, il 15 febbraio 2011, Milan – Tottenham Hotspur FC in Champions League dove abbiamo perso per 0-1. Fu un colpo di fulmine, il ruggito degli 80.000, il fuoco e l’intensità del signore settantenne seduto vicino a me, e le sue profanità urlate per tutti i 90, Gattuso che prendeva per il collo lo “squalo” Jordan, era tutto quello che mi aspettavo, anzi, di più! Ero finalmente a casa! Il risultato non mi aveva rovinato la festa.

L’agosto dello stesso anno ho finalmente acquistato il mio primo abbonamento allo stadio e l’ho rinnovato ogni anno da quella volta. Otto volte a stagione prendo il mio posto al secondo anello blu e urlo quelle parole che ho sentito la prima volta da quel signore settantenne.

I 18 mesi appena passati sono stati molto pieni per noi però siamo molto felici per i risultati fino ad ora, anche se chiaramente vogliamo continuare a migliorare ed aggiungere sempre più persone ai 50 e più soci che abbiamo adesso.

Oltre a raccogliere soldi per organizzazioni benefiche locali, abbiamo lavorato per unire la comunità di tifosi della Serie a di Dublino. A giugno, con lo Juventus Club Dublino, abbiamo organizzato un torneo di beneficenza tra tutti i club di squadre italiane: Ac Milan, Juventus, Inter, Lazio, Roma e Napoli. Il torneo, durato sette settimane è servito molto per poterci confrontare con altri club di tifosi creando un’atmosfera competitiva ma sempre fraterna. Grazie a questo siamo riusciti a raccogliere 800 euro per una organizzazione benefica per aiutare i bambini meno fortunati.

Il nostro prossimo progetto, sempre cercando di organizzare il secondo torneo, sarà quello di incontrare più Milan Club possibili quest’anno in Piazza Duomo a Milano, quando giocheremo contro l’Inter, agli inizi di Marzo. Questo farà sì che, milanisti provenienti da diverse culture, si uniscano a condividere l’amore per il Milan ma soprattutto a conoscere nuove persone. Il motivo per cui facciamo tutto questo è per aiutare a crescere questa comunità rossonera, a diventare miglior tifosi e migliori persone.

Essere un tifoso milanista è un regalo meraviglioso dato da tutte quelle persone che hanno indossato questa maglia da quando ero bambino. È nostra responsabilità come tifosi di condividere questo dono ed essere fieri di quello che siamo. Ovunque tu sia, se stai leggendo questo, sarai sempre il benvenuto qui al Milan Club Dublino, se passerai mai per questa piccola isola.

Forza Milan!

 

 

“My Name is Mike Brennan and I’m Vice-President of Milan Club Dublin, Irelands first and only AC Milan Supporters Club. I, like many of the clubs members, am Irish but have a lifelong affinity for AC Milan.

I was born in 1985 and as such have always known about Milan but it was when I was about 8 years of age when I became hooked. It was around that time “Football Italia” aired on British TV Station Channel 4. I don’t think I need to explain to anyone the appeal Italian Football had in the early nineties with that Milan team being the jewel in the crown. I was 8 years of age watching players like Van Basten, Boban, Gullit, Rijkaard, Maldini, Baresi, Costacurta, Rossi… I could go on and on! All of those players creating magic week in, week out wearing those iconic stripes. How could I not have been in love?

It took me another three years before I first pulled on those colours myself. I was on a school trip in Barcelona and had some money left over for a souvenir. All the other boys in my class had bought Barcelona jerseys but I managed to find a small stall selling other European club shirt.. On the Back it said “Weah 9”. I wore that jersey like a second skin.

To be honest it never really occurred to me that it was considered strange being an AC MILAN supporter outside of Italy. Growing up here in Ireland we didn’t have a professional football league so a great majority of football supporters here support professional football teams from other countries, mainly the English Premier League – Manchester United, Liverpool, Arsenal etc. Meeting Italian Milan supporters in Dublin is always a great experience because they are shocked that someone who grew up 2000km away from San Siro can feel the same way they do.

The idea of the club came from our President Fabio Parente in January 2014 after Milan lost 4-3 to Sassuolo in what was the start of Milans current problems. Our club was born of that frustration of just being spectators as our team was struggling. We needed to create an atmosphere where we could fight together. The club was created in the same place we still meet today, Woolshed Baa & Grill in Dublin City Centre, which is an Australian Themed Sports Bar that shows every single Milan game. I, personally, have been watching Milan games there for the past 12 years!! Since I have joined this club with the objective of taking on Event management the numbers have increased from 12 people per game to anywhere between 40-50 minimum including lower profile games. Our events (we have recently held an event for the Derby this year) can see the numbers of Rossoneri in the woolshed get up 120+.

We have built a reputation as passionate supporters who sing, chant and scream for 90 minutes and create that stadium atmosphere in the pub. The great staff members at the Woolshed always ensure our games are shown on the big screens. We also organize trips to San Siro for official club members, 15 of us we went to see the Milan-Juventus game in October and some of us including myself travelled to Greece for the Athens-Milan game which was documented in a video you can view on our facebook page.

The first game I saw at San Siro was actually quite late in life for me, 15/02/11, Milan – Tottenham Hotspur FC in the champions league where we ultimately lost 0-1. I was addicted instantly, the roar of 80,000 people, the fire and intensity of the 70 year old gentleman sitting next to me snarling what I now know to be Italian profanities, Gattuso having a heated argument with Joe Jordan, it was everything I expected and more. I was Home! The scoreline could not deter me. The following August I purchased my first season ticket and have renewed it every year since. 8 times every season I take my place in Second Anello Blu and shout those words I first heard from a 70 year old gentleman. 

The past 18 months have been such a busy period for us and we are pleased with the results so far and of course we always want to keep moving forward and expand on the 50+ official members we have already. As well as raising money at events for local charities we have been working on bringing the Serie A community in Dublin closer. In June, along with Juventus Club Dublino, we organized a charity football tournament between all of Dublin’s Serie A supporters clubs: AC Milan, Juventus, Inter Milan, Lazio, Roma and Napoli. The tournament was held over 7 weeks and has been instrumental in creating a healthy competitive atmosphere between the participating clubs. The tournament also raised €800 for a local childrens charity. Our next project, along with planning the second tournament, will be to meet with as many other Milan Clubs as possible this year outside the Duomo When we play Inter Milan in early march. This will allow Milanisti of every culture to come together and share their love for Milan and get to meet a lot of new people. The emphasis on everything we do is to grow as a community of Milan Supporters, of football fans and as people.

Being  a Milan supporter is a wonderful gift I was given by all the people who wore this shirt when I was a child. It’s our responsibility as supporters to spread that gift and make being a Milan fan something worth sharing. Wherever you are, if you’re reading this, you are always welcome to join us if you’re ever passing through this little island. Forza Milan!”

Comments

  1. Hello,
    I will be in Dublin on oct 25th and will go to the woolshed to watch Betis-Milan. Any members of milan club dublin will be there?
    Would be nice to get to know them.
    Would like to buy a scarf/keyring as well, if possible!
    I’d be happy to hear from you,
    greetings, MisterMarco, MilanFansBerlin, Germany

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *