Buon compleanno Marco, grande cuore rossonero con tanta grinta da vendere.
Oggi avresti compiuto 48 anni, una vita spezzata troppo presto, il 14 Febbraio 2004, in un residence di Rimini.
Ricordo quando ti vedevo volare su quelle salite impossibili ai più, facendoci sognare ed urlare di gioia al traguardo, esultando poi quando ti ho visto indossare con fierezza la maglia rossonera felice davanti ai fotografi subito dopo la gara.

Personalmente ho scoperto l’amore che avevi per questi colori mentre sfogliavo le pagine di Forza Milan! quando sfoggiavi la sciarpa rossonera con il tuo sorriso inconfondibile.

Non hai mai nascosto la tua fede per questi colori e tutto ciò mi dava ancor più felicità mentre ti vedevo cavalcare la tua bici…un vincente che tifava la mia stessa squadra!
In quegli anni, mitici anche per il nostro Milan, vincevi Tour de France e Giro d’Italia, diventando definitivamente una leggenda dello sport italiano e mondiale.
Durante quel periodo strepitoso hai avuto la fortuna di avvicinarti ancor di più a quei giocatori fantastici, davanti allo stadio pieno, impugnando il microfono in mezzo al campo di San Siro per spendere parole d’amore per il grande capitano Franco Baresi durante la sua partita d’addio. Uno dei momenti indimenticabili impresso nei cuori di tutti i tifosi rossoneri.

La tua fede era immensa per il diavolo, la tua grinta e la tua voglia di vincere dovrebbe essere d’esempio per tutti i nostri giocatori e spronarli sempre a dare il massimo per raggiungere la vittoria. Poco tempo fa, il destino ha voluto che Brignoli il portiere del Benevento, appassionato di ciclismo e tuo grande fan, ossessionato a tal punto di possedere la tua mitica bandana, ha segnato proprio all’ultimo minuto contro la tua squadra del cuore, ed ha fatto si che il primo punto in serie A della squadra giallorossa venissero proprio dal Milan. Sicuramente avrai sorriso lo stesso visto che il tuo “Se puoi vincere devi farlo!” racchiude proprio l’essenza della sfida.
Dicevi anche “Vado così forte in salita per abbreviare la mia agonia”, come non si può darti ragione Pirata, nonostante la stanchezza dei chilometri ed i numerosi infortuni subiti, sei sempre risalito in sella per macinare chilometri e distaccare i rivali più forti.

Tanti auguri Marco, che la tua vita rimanga da insegnamento agli sportivi giovani e non, per non essere dimenticato, per lottare fino al traguardo, per ricordarci del tuo amore per il diavolo anche nelle tappe più dure ed esserne sempre fieri come lo sei stato tu. Grazie Marco, buon compleanno e forza Milan!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *