“Libro finito in quattro giorni. Non mi resta che dirti grazie ancora perché ho rivissuto delle
emozioni uniche. Sono un ragazzo del ’97, milanista da sempre grazie a mio papà, che
proprio come hai fatto tu, quando ero piccolo mi raccontava dei suoi idoli, dei tempi di Van
Basten e Sacchi.
Ricordo come se fosse ieri la finale di Manchester, alto mezzo metro e con la maglia di
Sheva addosso, con il tuo libro mi hai riportato quindici anni indietro.
Grazie mille Edo, mi hai fatto tornare a quando ero proprio piccolo e a quei ricordi.
Continuate così, che il calcio siamo noi, io, tu e chiunque viva la propria squadra come noi.
Spero di incontrarvi un giorno e poter fare quattro chiacchiere davanti a un caffè. Un
abbraccio a entrambi e buon anno”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *