Fra i tanti compleanni celebrati nel mese di febbraio, un posto particolare lo ha occupato il ricordo di Fabrizio De Andrè, nato a Genova il 18 febbraio 1940. Uno che fra l’altro non perdeva occasione per ricordare il suo amore per il Genoa e che quindi di conseguenza non nutriva una grandissima simpatia per la Samp.

E così a fare un regalo al grande Faber ci ha pensato un uomo che viene dalla Calabria, uno che ama la sua terra, tant’è che ha aperto anni or sono una pescheria nei pressi di Gallarate.

Chi è il pescatore?

Ovviamente lui, Rino Gattuso, artefice di quella che ieri sera è stata riconosciuta dal popolo rossonero come la più bella mangiata dell’anno.

..e aveva un solco lungo il viso
come una specie di sorriso.

Una specie di sorriso lo abbiamo visto a fine partita. Fra rincorse, salti e buffetti in testa ai suoi uomini, Rino aveva il sorriso stampato in faccia a fine partita. E fa niente se Caprari ci ha fatto venire i brividi al novantesimo. Ieri il Milan ha strameritato di vincere, l’1-0 è un risultato bugiardo figlio di una traversa e di un ottimo Viviano. Lo spettacolo che hanno messo in campo Calahnouglu e Suso, la perla confezionata da Bonaventura e Calabria giustificano l’entusiasmo che si poteva vedere nelle tribune a fine partita. Sorrisi veri, i ghigni amari di Montella dopo scialbi pareggi in casa sono un lontano ricordo.

Risultati immagini per bonaventura milan samp

Dietro le spalle un pescatore
e la memoria è già dolore
è già il rimpianto di un aprile
giocato all’ombra di un cortile.

Già Montella. Pur riconoscendo l’ottimo lavoro fatto l’anno scorso dall’allenatore campano oggi pesa come un macigno quella falsa partenza, lenta e confusionaria durata almeno dieci partite. Difesa a 4, anzi no difesa a 3. Suso seconda punta e Borini attaccante, ala e poi terzino. Prestazioni da oratorio (o da cortile se preferite) causati dai troppi esperimenti e dalle poche certezze che hanno minato la sicurezza di un gruppo che già aveva il problema enorme di compattarsi dopo la rivoluzionaria campagna acquisti.

Oggi un undici titolare lo abbiamo e sappiamo pure quali sono i cambi da pescare dalla panchina. Speriamo che ad aprile i rimpianti non siano troppi…sarebbe una beffa non poter arrivare al quarto posto per pochi punti.

E fu il calore di un momento
poi via di nuovo verso il vento
davanti agli occhi ancora il sole
dietro le spalle un pescatore.

Derby di Coppa Italia o la vittoria con la Lazio? La sensazione è che in una di queste due partite sia nata dentro il gruppo la netta sensazione di poter dire ancora qualcosa in questa stagione. Magari non pagine memorabili nella storia del Milan, ma sicuramente le sfide con i cugini e con quella Lazio che marciava spedita come un treno hanno invertito la rotta della squadra.

Oggi palleggiamo fiduciosi e ripartiamo con sovrapposizioni fulminee, insomma… davanti agli occhi ancora il sole, e dietro le spalle (in panchina) un pescatore.

In culo alla balena Mister Gattuso!

Risultati immagini per gattuso pescheria

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *