IL BUONO

Sono anni che tira la carretta in quel di Milanello e nei campi dove questo povero diavolo si lecca le ferite di quel che era. E Giacomo Bonaventura è uno dei pochi che ci sta maledettamente provando a far tornare il Milan ai suoi livelli. Ieri splendido debutto per il numero 5 rossonero con gol alla Ibra e tante altre incursioni che hanno creato non pochi problemi alla difesa partenopea. Se i giornali continuano a cercare di collocare il suo pallino fra mezzala di centrocampo e mezzapunta esterna, Jack per fortuna sembra essere un punto fermo al quale Gattuso non vuole rinunciare.

IL BRUTTO

Proprio lui, proprio qui. Argentino, e qui con gli argentini di feeling ne hanno ricordando anche la nefasta semifinale di Italia ’90, con quella faccia che ricorda Nino D’Angelo altro eroe locale. Lucas Biglia è troppo brutto per essere quel regista che avevamo ammirato alla Lazio.

Se il Milan, questo Milan, si è votato ad una versione povera, molto povera, del tiki-taka è bene fare i conti con i rischi che si corrono quando la palla se la scambiano come ieri Musacchio e Biglia, se non addirittura quando viene chiamato al palleggio anche Donnarumma dentro l’area piccola. Ieri nel secondo tempo si è giocato a palla avvelenata nei pressi dell’area rossonera e che a far cilecca sia stato Biglia fa doppiamente male. Un pò perchè ci ha ricordato quella palla sanguinosa persa nel derby di andata dell’anno scorso e un po’ perchè abbiamo già capito che la regia è un problema che quest’anno ci porteremo appresso. A meno che Bakayoko non si trasformi in un Marcel Desailly. Preghiamo.

IL CATTIVO

Piotr Zielinsky, il mattatore polacco o il piccolo belga che ci ha castigato a fine partita. O forse Carletto Ancelotti nel ruolo di cattivissimo ex marito.

No, in realtà il cattivo è tutto il Milan del secondo tempo che ha mostrato enormi limiti di personalità. Perché se vai 2-0 al San Paolo, sei al 5′ della ripresa ed il tuo campionato è appena iniziato difendi quel risultato coi denti. Ed invece i nostri undici hanno mostrato il braccino, ma in maniera veramente imbarazzante. Peccato perchè quest’anno davanti ci sarebbe un signor attaccante da poter servire. Ma Higuain non dobbiamo servirlo nel cerchio di centrocampo, un’altra stagione snervante non se la merita il tifoso milanista.

Comments

  1. Peccato…..nel primo tempo il Milan ha retto bene il campo.
    Peccato che ad un certo punto si è spenta la luce…..ma non è tutto da buttare. Io ho visto che la squadra ci ha provato e fino ad un certo punto ci è anche riuscita.
    Peccato che Biglia sia il fantasma di se stesso….ma é solo la prima e per di più contro il Napoli al San Paolo…..
    Io rimango fiducioso……ci sono Grandissimi margini di miglioramento….soprattutto con l’inserimento Dei nuovi.
    Forza Rino…..Forza Milan!!!!!♥️?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *