Ciao! Scrivo a voi e a “comunquemilan” perché vi reputo le pagine più serie dell’universo.

Volevo segnalare gli episodi successi in occasione della partita contro la Roma al Secondo Verde.

Dal momento del pareggio della Roma in poi, dal settore animali è iniziato a piovere QUALSIASI COSA.
Inizialmente erano acini d’uva, poi progressivamente monete, accendini, OMBRELLI (!).

Inutile aggiungere che sono state fatte le opportune segnalazioni agli steward, che ovviamente si sono rivelate del tutto inutili.

È altrettanto ovvio che non si tratti della prima volta che dal settore ospiti di San Siro si possa assistere a spettacoli del genere. Ma nel 2018 questi episodi non possono più esistere in uno stadio di calcio. L’immagine delle famiglie che tristemente abbandonavano il settore a metà partita è la fotografia di un uno stadio che da troppo tempo non offre le dovute garanzia di sicurezza.

Non posso pensare di affrontare l’ennesima stagione da abbonato col pensiero di dovermi proteggere la testa per guardare la partita della mia squadra.
Ho deciso di scrivervi per poter diffondere il messaggio affinché tutti possano rendersi conto di quello che è successo.

Va da sé che inoltrerò lo stesso messaggio alla società, per far sì che adottino le giuste precauzioni. Non sono riuscito però a trovare un contatto diretto a cui scrivere, voi ne conoscete uno che non sia la pagina social?

Vi ringrazio per l’attenzione e mi scuso per essermi dilungato nel discorso.

di Daniele Dimo 

Comments

  1. Per esperienza al secondo anello non ci metto più piede da tantissimo tempo, soprattutto quando la tifoseria avversaria è corposa.Con la Roma, spendendo quasi il doppio del secondo anello verde ( il 2° anello blu ormai era introvabile ), sono andato al 2° anello arancio:non mi è piovuto nessuno oggetto ma “HA PIOVUTO” per tutto il primo tempo.Alla fine il fatto di infradiciarmi ha reso la partita ancora più epica, visto soprattutto il finale, ma trovo assurdo che piova su un settore coperto!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *