Il buono – Udite udite: si è “sbloccato” Higuain!

Si sta affezionando alla rubrica, e lo rivedremo tante volte, Gonzalo Higuain. Il bomber argentino zittisce le inutili chiacchiere della stampa nazionale e timbra il cartellino in Sardegna con un gol che pochi attaccanti fanno con la stessa serenità. Si “sblocca” (ma sbloccarsi da cosa?) dopo una buona prestazione a Napoli ed un gol annullato contro la Roma perché aveva un centimetro di stinco in fuorigioco, risultando comunque decisivo nella prima a San Siro con l’assist al 95’ a Cutrone.

Ora tocca ai compagni armare il cannone, il Pipita c’è ed è caldissimo.

Il brutto –  una Biglia e una Barella

“Con la vecchia proprietà ne avevamo parlato…” sospira Gattuso in conferenza stampa che con la solita schiettezza ammette quello che era stato forse un sogno di mezza estate naufragato con il pedalò cinese. Non è brutto Nicola Barella, è brutto semmai vederlo dall’altra parte del centrocampo, specialmente se qualcuno ha centrocampo sembra una biglia che rotola verso il viale della pensione a Milanello. Scenario già visto con Emerson ed Essien, ex campioni centrali di centrocampo portati da Galliani, ma almeno a parametro zero.

Il cattivo – Il pressing di Franck

Il gol del pareggio nasce dal cattivissimo pressing del centrocampista ivoriano che ieri sera ha dato l’ennesima prova del suo strapotere fisico. Nel calcio, purtroppo per il numero 79 rossonero, la corsa ed i muscoli però non sono tutto a meno che tu non ti chiami Gennaro Gattuso ed hai corso senza fermarti dalla tua prima all’ultima partita alzando due Champions League ed una Coppa del mondo anche con due piedi infinitamente normali.

E allora due obiettivi quest’anno per Franck: lucidità nelle scelte a ridosso dell’area di rigore e cattiveria dentro l’area di rigore.  Non manca tanto per fare un bel passo e qualche gol in più.

Ps: di spazio per Nicola Barella in rossonero nel buono ce ne sarebbe tanto, anzi tantissimo per uno dei pochi gioielli del calcio italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *