Seconda giornata di EL per il Milan che dopo la sfida “scapoli contro ammogliati” in Lussemburgo, torna a giocare tra le mura amiche contro l’Olimpiakos.

Tra i pali il capo animatore Pepe Reina, pronto a giocarsi le sue possibilità al meglio.

Difesa a 4, con Abate che dopo aver dato parvenze di essere tornato un giocatore di calcio contro il Sassuolo, si conquista la seconda da titolare sulla destra.
La coppia centrale vedrà il capitano Romagnoli, fresco di diploma ad honorem in agraria dopo Empoli e udite udite, Mr. “Quando lo che sono consentratto no c’è per nesunno” Zapata.
Completa in quartetto Laxalt che presto verrà clonato e utilizzato come nuova fonte di energia.

A centrocampo sicuri del posto Bakayoko, giusto per fare un po di confusione e Bertolacci per aumentare la possibilità di un cambio per infortunio a partita in corso.

Il ballottaggio di lusso è tra Biglia e Jose Mauri con l’Italo- argentino in vantaggio.

Troveremo invece nel tridente la supereroina Castillejo e probabilmente Higuain che dopo aver recuperato sembra in vantaggio su Cutrone.
Il terzo non ve lo diciamo perché tanto c’è, ma è come non ci fosse.

Gli avversari:

Diverse conoscenze del campionato italiano come Torosidis (ex Bologna e Roma), attenzione sui calci piazzati, le famose incornate di Toro e Fetfazidis che ricorderemo nel Genoa come il “Messi dei Carpazi” , giocatore che in serie A non riusciva nemmeno a scartare le caramelle che mangiava.

La stella almeno sulla carta è Yaya Toure, che però ha giocato poco finora per via dell’inattività della scorsa stagione. Ha esordito in coppa di Grecia ed è in ballottaggio per domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *