Riportiamo di seguito I passaggi della conferenza stampa di Gattuso alla vigilia di Milan-Chievo:

Sugli errori: “Abbiamo un po’ di difetti da correggere, ci stiamo lavorando. Ci vuole tempo e pensiamo partite dopo partita. Non siamo lontani da Inter e Roma ma abbiamo comunque margini di miglioramento”

Su Cutrone: “Cutrone può spaccare le partite quando entra. Non so se sia meglio metterlo titolare o farlo entrare a partita in corso. Quando entra è uno che determina sempre”

Sulla panchina: “Reina e Higuain in aiuto a Donnarumma e Cutrone? Sicuramente, esprimono grande qualità e professionalità. E’ un valore aggiunto. Quando li vedi bisogna fare solo copia e incolla”

Sul gioco: “Preferisco oggi ad essere meno bello, come gioco, ma vincente. Questa è una squadra che sa giocare bene, si muove bene ma dobbiamo non solo giocare un calcio pulito ma anche sugli avversari”

Nazionale: “Cutrone deve essere orgoglioso della chiamata della Nazionale. E’ un dato di fatto che non sta bene e che la caviglia faccia ancora male, vedranno in Nazionale poi. Sono comunque orgoglioso che sia stato chiamato”

Sul pubblico: “Non ci possiamo lamentare del pubblico, l’entusiasmo a San Siro non manca mai e dobbiamo essere noi a fare bene e far risultato. Bakayoko? Sono contento di lui”

Su Calhanoglu: “Con la Roma fece una grande partita, dopo ci stanno delle difficoltà. Ora deve cercare la precisione, non è una questione fisica. Pensa troppo, non deve pensare. Ha 10 gol nei piedi, deve stare tranquillo. Sente affetto da noi”

“Domani sembra facile, ma non lo è. Bisogna fare bene a livello tecnico e sbagliare il meno possibile”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *