Come sempre abbiamo preparato una nuova formazione per la versione 5.0 dello KBAS TEAM, questa volta però, per raggiungere un livello così basso, abbiamo raccolto le personalità più influenti nel panorama sportivo-giornalistico, gente del calibro di Sconcerti e Cassano, gente che quando apre bocca spazza via ogni dubbio nella nostra mente e sentenzia concetti inopinabili.

I FANTA SCONSIGLI:

V. Milinkovic-Savic: visto che quest’anno da centrocampista non rende più, lo proviamo tra i pali.

Opoku : dopo la grande prestazione contro il Milan, diventa impossibile lasciare fuori uno che regala punti agli avversari in questo modo.

De Maio: dopo la mancata concessione del reddito di cittadinanza, prova la carriera da calciatore tentando di disorientare tutti cambiando “Di” in “De”.

Salamon: avevano detto fosse il nuovo Baresi, al grande capitano rossonero hanno ritirato la maglia N. 6, al polacco ritirerebbero volentieri il cartellino da giocatore.

Basta: lo usiamo come separè. Per indicare che per oggi con i difensori abbiamo finito. Basta. Stop.

Laxalt: il maestro Miyagi sembra essersi tenuto la cera tutto per sé stesso. Corre senza sapere dove come e perché. Sconsiglio perfetto.

Jankto: dopo esser stato vicino a Milan e Arsenal e in estate, ha raggiunto la comoda panchina di Marassi.

Obi: si dice che durante gli allenamenti abbia detto “usa la forza Gian Piero”. Obi Wan Kenobi.

Gerson: dopo 2 giornate sembrava Ze Roberto, alla decima si inizia a capire perché la Roma lo ha ceduto.

Paloschi: uno dei giovani più promettenti della serie A a soli 28 anni.

Lasagna: serve sempre un po’ di peso in attacco. Non importa dove e come. Noi lo mettiamo solo stomaco con una bella porzione doppia. Rigorosamente da assumere a 10′ dal calcio di inizio.

 

Le probabili formazioni

Milan-Juventus è uno degli appuntamenti più sentiti della stagione, quest’anno è anche l’anno di Cr7 alla Juve, quindi l’attesa di sfidarlo dentro le mura di San Siro è alta.

Rino in questi giorni si sta scervellando per capire come bloccare il portoghese, ma a Milanello è in corso una caccia all’infortunio e le alternative stanno diminuendo secondo dopo secondo, tant’è che domenica in campo potrebbero scendere Leonardo e Gattuso per sopperire alle mancanze. Rino, d’altro canto, per riprendere la forma sta studiando e ripetendo pedissequamente i comportamenti e le abitudini di Cristiano.

Si va verso un 442 compatto ed organizzato per cercare di contenere al meglio gli uomini di Allegri.

Tra i pali l’ormai immancabile Donnarumma, sperando che non ripeta l’ultima prestazione contro i bianconeri. Difesa composta dal concentrato di ‘nduja Calabria, Alessio l’uomo della Provvidenza, Zapatone e Rodriguez.

Mediana composta dal duo Bakayoko-Kessie, ormai diventati i Black Brothers a colpi di Blues e mazzate agli avversari.

Sulle fasce purtroppo Gattuso non ha ascoltato il nostro passato consiglio e schiererà Laxalt sulla sinistra nonostante in Coppa sia stato uno dei peggiori in campo. Sulla destra il Cardellino di Cadice, che in partita si trasforma in avvoltoio e depreda gli avversari a suon di goal ed assist.

In attacco l’ormai solida coppia Pipita-Cutrone, pronta ad ammaliare la difesa della Juve sperando di avere lo stesso effetto che avevano le veline su Bobo Vieri.
Qui sotto una foto di repertorio…sono loro o non sono loro?? Certo che sono loro!
Le velineeee

Gli avversari

Per Massimiliano Allegri invece solito 433 collaudato e rodato in questo inizio di stagione. Attenzione al ritorno di Bonucci a San Siro, l’uomo che cambia idea più di una donna è molto atteso dai tifosi milanisti che molto probabilmente non gli riserveranno la migliore delle accoglienze.

Szczesny; Cancelo; Bonucci; Chiellini; Alex Sandro; Khedira; Pjanic; Matuidi; Dybala; Mandzukic; Ronaldo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *