Rematch della sfida di sabato valevole questa volta per i quarti di finale della Coppa Italia.

Le formazioni

Milan che parte con il solito e rodato 433 con molto turnover per far rifiatare la squadra in vista dello scontro diretto con la Roma. Tra i pali mr. saracinesca Gigio Donnarumma, difesa composta da Abate, Musacchio, Romagnoli e il cavallino Laxalt. A centrocampo confermato il trio di Sabato Baka-Frank-Paquetà, mentre il tridente d’attacco è inedito. Esordio dal primo minuto per il Pistolero Piatek, affiancato dalla ballerina iberica e da sua scarsità Fabio Borini. Si sì avete letto bene, fascia sinistra Laxalt-Borinho, reinterpretazione di Shining, regia di Gennaro Gattuso.

Napoli che invece non rinuncia a schierare la formazione titolare, lasciando fuori solo Mertens e Callejon.

La cronaca

Parte bene il Milan che pressa e cerca di penetrare le Mura Partenopee con azioni ragionate e rette dal peso offensivo di Piatek. Ed è proprio lui che al 10’ la insacca di destro dopo che su un lancio dalle retrovie Maksimovic, ha lisciato sfiorando il pallone con il riporto.

Napoli che prova la reazione ma gli unici tiri sono quelli di Insigne, che però stasera giocava al tiro al piattello con i tifosi del Milan al secondo anello.

Al 28’ palla al bacio di Paquetà per Piatek, che controlla in area, rientra mettendo a sedere Koulibali e Maksimovic e scarica una bordata di destro nel sette. Il Cacciatore di Taglie ha già conquistato San Siro. 2 a 0. Primo tempo che si chiude con il Napoli che fatica a reagire e a rendersi pericoloso.

Nella ripresa poche emozioni, i partenopei  provano più volte la conclusione ma non si rendono mai di fatto pericolosi, il Milan cerca di contenere le offensive avversarie grazie ad un devastante e dominante Bakayoko, chiamato in settimana per sostituire la diga crollata a Brumadinho.

Si conclude così come nel primo tempo, 2-0 per i rossoneri che avanzano in semifinale dove incontreranno la vincente tra Lazio ed Inter, ma ora è presto per pensarci, perché questa è la notte del Pistolero, è la notte di Krzysztof Piatek.

TOP E FLOP

TOP

Romagnoli : Roma non è stata costruita in un giorno. Il nostro capitano stagione dopo stagione da sempre più solidità al Milan #MinistroDellaDifesa

Laxalt: Prima della partita si sarà preparato guardando i video di Speedy Gonzales, sempre una spina nel fianco per gli avversari e bene in difesa #AndaleAndale

Piatek: oggi spara due volte uccidendo la difesa del Napoli. Robogoal in spolvero #CacciatoreDiTaglie

Bakayoko: A scuola ci hanno insegnato che la muraglia cinese in parte è crollata, non è vero, è solo andata a giocare nel Milan #DivietoD’accesso

FLOP

Borini: chance per poter incidere, lo fa benissimo sulle gambe degli avversari a forza di pallonate. #DatemiUnaRimessaLaterale

Insigne: solo a fine partita, dopo aver più volte passatogli la palla con lunghi lanci, insigne ha scoperto che il raccattapalle non faceva parte degli 11 compagni in campo #CosiConfusoDaColpirsiDaSolo

Milik: la riserva di Lewandowski oggi messa a sedere dalla riserva della riserva di Lewandowski #Surclassato

Fabian: leggende narrano che l’anagramma del suo nome sia ricca plusvalenza di De Laurentiis #FinalcialFairPlay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *