Ci sono delle cose di cui un uomo non può fare a meno, il caffè a colazione, la partita della domenica, il calcetto con gli amici…e soprattutto la guida settimanale su come fare schifo al fantacalcio! Signori e sig…vabbè signori e basta, benvenuti alla presentazione del nuovo KBAS TEAM!

I Fanta Sconsigli:

Olsen : (c)Olsen di poi non sarebbe mai da comprare.

Barzagli: l’ultima volta che lo abbiamo visto in campo c’era ancora la guerra fredda. Esperienza a palate.

De Sciglio: da nuovo Maldini a nuovo onyewu io passo è breve. Ricordandovi che verrà probabilmente schierato come difensore centrale, un’occasione unica.

Miranda: soprannominato dai compagni “er branda”, un narcotrafficante in campo ci va.

Juan Jesus: un santo in campo ci va, il protettore del nostro 65.

Nainggolan: sempre decisivo quando conta, lui si che a fine giornata vi offrirà da bere per consolarvi.

Giaccherini: il Giaccherinho nazionale, non fa assist, non segna ma il suo 6 lo porta a casa sempre.

Sensi: a senso uno che non può mancare nella nostra selezione.

Babacar: forza, elevazione e scatto! Oltre a questo però vi darà anche un passaggio a casa.

Dzeko: non segna dal 92, ma si sta trasformando in Douglas Costa, ottimo per un bel 3 per espulsione.

Despodov: non si sa chi sia, lo abbiamo trovato per caso nelle riserve del Cagliari, sarà un personaggio ancora da sbloccare.

 

Le probabili formazioni

Milan atteso a Roma per una sorta di spareggio 4o posto, anche se mancano ancora molte partite alla fine.

Presenza della Roma che sarà in dubbio fino all’ultimo, dato che i giallorossi sembra non siano ancora riusciti a finire di raccogliere i palloni depositati nella propria rete dopo la partita contro la Fiorentina.

Nel Milan il 433 ormai è un marchio di fabbrica, si dice che Gattuso se lo sia fatto tatuare sul braccio.

Il guardiano della luna tra i pali, scelta una intera regione a destra, quindi Calabria, Romagnoli e Musacchio i centrali, confermati dopo una doppia grande prova contro il Napoli e lo svizzero più gobbo d’Italia Ricardo Rodriguez.

A centrocampo confermato Kessie, che viene “acceso” nonostante il processo di ricarica sembra non essere ancora terminato. Bakayoko davanti alla difesa (anche se poi lo troveremo ovunque) e il brasiliano europeo Lucas Paquetà completano il trio.

Davanti per la gioia dei tifosi rossoneri, confermato il turco, che probabilmente si è fumato qualcosa che ha un effetto negativo interminabile, Suso che ha già fatto tracciare sul campo il quadrato dove si limiterà ad agire e dal primo minuto Piatek che con la sua 44 Magnum proverà a stendere la Roma come l’ispettore Callaghan faceva nei suoi film con i fuorilegge.

La Roma risponde con mani a banana Olsen, Santon, che visto il periodo difficile sembra una scelta azzeccata, Manolas, Fazio e Kolarov a completare la linea difensiva di 4.

De Rossi e Pellegrini proveranno a far schermo, cercando di supportare il trio Florenzi, Zaniolo (si lo scarto dell’Inter che sta facendo benissimo), il grande ex El Shaarawy con Dzeko terminale offensivo. Si spera ovviamente che il bosniaco sia in versione Edin Cieco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *