Ritorna l’appuntamento della settimana con la nostra rubrica fantacalcistica per gli amanti del 65! Oggi vi proporremo un team che vi farà rabbrividire… ecco il nostro KBAS TEAM!

 

Ospina : ogni volta che para un tiro buca un pallone. Può anche essere una strategia vincente.

Rugani: giocherà a patto che riesca a ritrovare Gervinho. Si dice che lo sogni di notte.

Pisacane : uno che si chiama così, non può che avere una giornata storta. (s)consigliatissimo

Karsdorp : dopo le recenti prestazioni sottotono lo possiamo tranquillamente chiamare Skarsdorp.

Vicari: quando non ti resta che pregare, semplicemente vicari devi schierare.

Sammarco: già che siamo in tema di aiuti divini con vicari….

Dzemaili: è il momento di rispolverare la palla demolitrice di Dzemiley Cyrus

Joao mario: va beh dai, 35 mln, 2 partite buone in 2 anni , il portoghese va comunque sempre sconsigliato.

Chiesa: non c’è 2 senza 3, sammarco e vicari ci impongono anche il buon Federico. Anche se in netta ripresa.

Mirallas: il Mirante del Belgio, quest’anno deve ancora capire dove deve mirare per trovare la porta. Discreto inizio poi il vuoto.

Santander: ha segnato già la scorsa settimana. Impossibile segni ancora dai…

 

Milan chiamato a vincere per mantenere il 4o posto a discapito delle romane e dell’Atalanta, Domenica nella casa del diavolo arriveranno gli uomini del Casteddu, con tanto di gregge al seguito.

Le formazioni

Rossoneri in campo con il solito 433, scelta del modulo variabile quanto la posizione di Suso in campo insomma.

Tra i pali il Maradona della porta, lo scugnizzo di Castellammare, che festeggerà le 150 presenze in maglia rossonera propria questa domenica.

Difesa composta da Calabria e Rodriguez sulle fasce e la coppia Romagnoli-Musacchio al centro per arginare le incornate dell’ariete Pavoletti.

A centrocampo confermati ancora Paquetà, Bakayoko e Kessie, quest’ultimo chiamato a svegliarsi dopo un sonno di un paio di settimane.

Tridente d’attacco con Suso e Calhanoglu sugli esterni che sfideranno con la loro velocità i terzini sardi, si scherza ovviamente…
Al centro ancora lui, Il grande Krzysztof Piatek, figlio di Kmer, della tribù di Istar
della terra desolata di Cfinir, uno degli ultimi sette saggi: Puvvurur, Ganer, Astafanirghecusar, Usust e Ghanir, colui che segnava, colui che segna e colui che sempre segnerà.

Gli avversari

I Castellani di Maran arriveranno a San Siro schierati così in un 4312:

Cragno; Srna; Pisacane; Ceppitelli; Pellegrini; Ionita; Cigarini; Padoin; Barella; Joao Pedro; Pavoletti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *