Parma – Milan per riprendere il passo, per provare a blindare il 4o posto.

Le formazioni

Rino sceglie ancora il 433 per far salire i punti sulla carta fedeltà. Torna Gigio tra i pali, Conti supera la revisione e da buon Saetta McQueen può tornare a sgommare sulla fascia, Zapata dopo il coast to coast contro la Lazio si riprende di forza il posto da titolare al fianco di Romagnoli che recupera a tempo record.

Per il resto soliti interpreti guidati da Fabietto nostro in forma smagliante.

Parma che deve fare a meno di Bobby Inglese, punterà tutto su Gervinho che anche stamattina, dopo che si è svegliato, è riuscito a scappare dal Leone affamato. 

La cronaca

Pronti via e sembra subito di essere al “Moviolone” di Biscardi. I giocatori passeggiano per il campo godendosi la splendida giornata di sole. Al quarto d’ora è il nostro amico Kuco che decide di sgranchire un po’ le gambe con una rovesciata che Donnarumma può solo guardare, cercando di completare il rosario più velocemente possibile, sperando che poi la palla esca.

Il Milan non sembra interessato all’agonismo e continua ad osservare sotto il sole la splendida cornice del Tardini.

L’arbitro fischia la fine del primo tempo e i rossoneri ordinano un bel cocktail da sorseggiare negli spogliatoi con tanto di ombrellino decorativo.

Nel secondo tempo, dopo altri 5 minuti da incubo, Gattuso inizia a preparare i cambi, dentro Cutrone, che con la primavera può rispolverare il suo pungiglione e dentro Castillejo per un Milan iper offensivo. Dopo queste 2 sostituzioni, si pensa che sul mister sia stato installato l’aggiornamento “Ajax 2.0“, sono tutti increduli. Le scelte danno subito i frutti e il ciuffo più trash della serie A porta in vantaggio i rossoneri con un colpo in testa(più che un colpo di testa) sul quale Sepe può poco. 1 a 0.

Il Parma inizia a sentire il caldo, vedere Borini correre senza sosta li demoralizza e il Milan è sempre più padrone del campo.

Negli ultimi 10′ però accade qualcosa di clamoroso, l’aggiornamento “Ajax” cessa di funzionare e si torna al modello “Trapattoni” con un bel catenaccio finale con Borini terzino e un Biglia più lento del peggior Montolivo a suonare la carica.

Passano pochi minuti e il Lord, amareggiato per le prestazioni troppo positive, decide di stendere Gagliolo che non sapeva nemmeno di essere in campo, calcio di punizione dal limite e l’orso Bruno Alves infila nell’angolo. 1 a 1.

A nulla serve la reazione finale. Il pareggio è servito. 2 punti buttati.

TOP & FLOP

Top:

Rodriguez: nonostante la sua lentezza Gervinho non lo supera mai, da buon ballerino di tango cerca di far ballare la difesa del Parma con tanti cambi gioco precisi, la squadra però non lo accompagna e si trova a ballare da solo.#Assolo

Castillejo: entra e fa prendere il volo alla squadra con suo ciuffo alla pidgeotto, spicca il volo e batte sepe.#Evoluzione

Bruno Alves: goal di cr7 su punizione 0, Bruno alves 2.#Siuuuu

Flop:

Calhanoglu: ci anticipa il lunedì di Pasquetta, facendo vomitare per 80 minuti.#Indigesto

Borini: nuovo record per lui oggi, cambia una miriade di ruoli ma riesce a giocare male in tutti.#Superbrocco

Biglia: in settimana si è discusso con il suo agente di una sua probabile partenza, dopo oggi è pronto a spiccare il volo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *