Se per la squadra di Gattuso saranno le prossime partite a decretare il valore della stagione, per le ragazze di Carolina Morace è invece già tempo di bilanci. Sabato infatti si è concluso il campionato femminile di serie A, che ha visto la Juventus laurearsi campione per il secondo anno consecutivo, con 56 punti, seguita a una sola lunghezza dalla Fiorentina. Terzo il Milan con i suoi 51 punti. Gli ultimi 90 minuti sono stati decisivi per l’assegnazione del titolo e per l’accesso alla Champions League; il Milan era in corsa per entrambi, ma avrebbe dovuto vincere e, soprattutto, sperare nella sconfitta di Juventus e Fiorentina. Serviva praticamente un miracolo, che non è arrivato: il Milan è stato battuto in casa dal Chievo, mentre Juventus e Fiorentina hanno vinto rispettivamente contro Verona e Roma.

Legittima un po’ di amarezza, ma riavvolgendo il film dell’intera stagione quest’amarezza non può che lasciare spazio a orgoglio e soddisfazione per una squadra che, al suo debutto in serie A, se l’è giocata fino in fondo contro le due favorite, che possono vantare più esperienza e una panchina più lunga.

Il cosiddetto anno zero del Milan è stato strepitoso, nettamente al di sopra delle aspettative, soprattutto per quanto riguarda la prima parte della stagione.

Alla lunga, la panchina corta, i tanti infortuni e la maggiore esperienza delle altre hanno fatto la differenza. Il bilancio recita 16 vittorie, tre pareggi e tre sconfitte in campionato, mentre in Coppa Italia le ragazze hanno sfiorato l’accesso alla finale. Se da un lato c’è del rammarico per qualche punto perso (soprattutto contro Mozzanica e Sassuolo) e qualche infortunio di troppo, dall’altro c’è grande consapevolezza del lavoro fatto e delle punte di diamante su cui continuare a costruire. Prima fra tutte una grandiosa Valentina Giacinti, che con 21 goal all’attivo si conferma per la terza volta capocannoniere della Serie A, e confidiamo che questo ulteriore traguardo le possa far trovare tutto lo spazio che merita nella Nazionale che quest’estate disputerà i mondiali.

La dirigenza, Gazidis in primis, punta molto sul femminile, e sa già come intervenire per rendere ancora più competitiva la squadra. Non a caso Carolina Morace, congratulandosi con Juventus e Fiorentina, ma soprattutto con le sue giocatrici per l’ottimo campionato, ha salutato la stagione affermando di essere già concentrata sulla prossima.

Il messaggio per i sempre più numerosi tifosi è chiaro: siate orgogliosi e stateci vicino, l’anno prossimo ci sarà da divertirsi ancora di più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *