(di Simone Orom Samorani)

Con quale coraggio oggi quei 25 giocatori resteranno al Milan?
Con quale coraggio oggi quei 25 giocatori andranno in ritiro a Luglio?
Con quale coraggio oggi quei 25 giocatori lotteranno per questa maglia?
Lo abbiamo preso di mira tutti.
Gli abbiamo dato le colpe di tutto.
Siete scesi, saliti, scesi e saliti dal carro a ruota per 18 mesi.

E oggi?

Oggi siete tutti lì a piangere perché Rino il prossimo anno non sarà più l’allenatore dell’unica squadra del suo cuore.
Eppure fino a 7 giorni fa gli avete dato la colpa di non far giocare le due punte.

Gli avete dato la colpa di aver fatto 5 punti in 7 partite.Gli avete dato la colpa di aver perso, anzi, di non aver giocato, due derby.
Gli avete dato la colpa di averci fatto uscire dall’Europa league.
Gli avete dato la colpa di non aver dato un gioco a questi ragazzi.
Gli avete dato la colpa di essere uno tutto cuore e grinta ma senza idee.

L’avete fatto, tutti.

E oggi, siete lì, con la tremarella alle gambe perché tutti stanno “scappando”.
Cosa vi aspettavate?
Cosa pensavate?
Che prendendo Sensi (con tutto il rispetto) e compagnia bella, lui andasse davanti alle telecamere a dire: “ quest’anno possiamo lottare per la champions? “
No.

L’avete vista la rosa della Roma?
L’avete vista la rosa della Lazio?
Quinti, a parer mio, contro ogni pronostico.
Due mesi abate centrale di difesa, erano più i giocatori in infermeria che i giocatori in campo.
68 punti.

Fateli voi sarebbe banale.
Ma vi chiederei oggi, “tifosi del carro”, allenatelo voi questo Milan.
Metteteci voi la faccia su questo Milan.
Io ero allo stadio all’ultima partita, e forse, mi reputo fortunato.

Perché?

Perché ho visto l’ultima partita di un Milan che non meritava di andare in Champions ma che meritava più rispetto da tutti voi.
Perché in panchina non c’era l’allenatore dalla bacheca d’oro, ma c’era un uomo, fatto di carne e coraggio.
Perché in panchina c’era un uomo che li ha uniti tutti a quei 25 giocatori.
Perché in panchina c’era un uomo che ha dato degli stimoli a quei 25 giocatori.
Perché in panchina, quando Bakayoko gli diceva “fuck off man”, c’era un uomo che la partita successiva l’ha messo titolare.

Fatelo voi.
Fatelo voi, che ora siete sul carro.

C’era un uomo, per 18 mesi, su quella panchina.
Domani, chiunque arriverà, sarà meno uomo di lui.

Grazie Rino.

Comments

  1. Belle parole, sono le stesse che ho nella mia testa, quasi tutte perché non sono mai sceso dal carro perché non sono mai salito sul carro. Ho sempre amato Gattuso, sempre, mai l’ho messo in discussione anzi mi sono sempre trovato in compagnia di poche persone che la vedevano come me, che hanno patito quel maledetto giorno in cui il Mio Milan scompariva, il giorno in cui una dirigenza, in quel momento scellerata, ha lasciato andar via troppi UOMINI da quello spogliatoio, rendendolo vuoto e ancora adesso è tale, anzi adesso è più vuoto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *