(di Franco A. Zagari)

Sono nato e cresciuto a NY da genitori italiani, immigranti calabresi, da un papà rossonero puro. Quando mi chiedono la partita più speciale del Milan, non rispondo Milan-Steaua, Milan-Barca, o Manchester, rispondo proprio quel Milan-Inter: Il derby della rimonta. Da quando ero bambino sognavo andare a San Siro. Da bambino sembrava un sogno quasi impossibile. Poi mia sorella ha trovato un lavoro con Alitalia che ha reso molto più facile venire in Italia e con più frequenza.

Sono stato a San Siro per la prima volta nel 2003 a vedere un Milan-Borussia con mia sorella, ma il sogno si è avverato totalmente quella fredda serata il 21 febbraio 2004. Ho visto quel derby con mio padre. Lui che mi ha insegnato la passione per questi colori, lui che mi ha insegnato di amare il Milan ancora più di lui.
Già era molto speciale essere a San Siro con mio padre, ancora più speciale assistere ad un Derby, e purtroppo all’intervallo pensavo già al rientro a NY ed ai cugini ed amici interisti che mi avrebbero aspettato con un sorriso.
Invece, il miracolo. Il miracolo che sapeva compiere quel Milan. Il freddo, la nebbia, la curva, Jon Dahl, Ricky, Clarence, San Siro… e papà. Purtroppo resterà l’unica volta allo stadio con lui. È morto nel 2014. Ho vissuto degli eventi sportivi molto speciali nella mia vita.
Partite indelebili di sport americani, ho visto anche l’Italia di Sacchi a USA 94… ma niente, niente, sarà più bella di quel 21 febbraio. Forza Milan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *