Secondo turno del girone di Europa League per il Milan, ospite a San Siro lo Sparta Praga.

Le formazioni

Un po’ di turnover per mister Pioli che fa rifiatare Theo, Kessie, Calha e Saelemakers. Al loro posto rispettivamente Dalot, Tonali, Diaz e Castillejo che ormai sta diventando sempre più magro trasformandosi nel suo cartonato.

La cronaca

Si inizia ed è subito comprensibile la differenza tecnica tra le due squadre, sembra di vedere il Milan giocare contro un squadra dell’oratorio.

Al pressing dei rossoneri lo Sparta prova a rispondere con altro pressing, efficace però come un’uscita alta di Tatarusanu.

Su una pressione del folletto magico Diaz nasce proprio l’azione del primo goal, recupero palla dello spagnolo che triangola con Ibra, si ritrova davanti al portiere e non sbaglia.

10 minuti dopo Ibra si procura un rigore che però sbaglia colpendo la traversa, ultimamente lo svedese ha dal dischetto la precisione di un cecchino bendato.

Finisce sull’1 a 0 la prima frazione.

Si riparte e dopo pochi minuti Bennacer, che questa sera era in versione Terminator, pennella un lancio per Dalot che per un attimo si traveste da Quaresma e con una trivela serve Leao che appoggia facilmente in rete.

Il terzo goal arriva sempre dai piedi fatati dell’algerino che lancia ancora una volta Dalot che la insacca facile facile e chiude la partita definitivamente.

Milan che grazie alla sconfitta del Lille sale al primo posto del girone e continua a macinare risultati positivi.

 

I TOP E FLOP

TOP

Bennacer : di solito si limita a mettere ordine e a iniziare la manovra. Oggi decide di salire in cattedra e dirigire tutta l’orchestra rossonera. Semplicemente geniale #DemoMorselli

Dalot : nel primo tempo I richiami di Pioli son tutti per lui. Nel secondo probabilmente avvertendo i primi sintomi dell’otite dovuti alle urla del mister, decide di fare più di Calabria in tutta stagione in soli 45′ con un gol e un assist #Quaresma

Brahim Diaz : sembra di vedere una registrazione di Suso, con la velocità impostata su ” X8″. Un piccolo mago in grado di uscire da qualsiasi gabbia avversaria #Houdini

 

FLOP

Lischka : coordinazione di Chiellini, velocità di Godin e qualità da comico consumato. Con il suo liscio Caressa si spacca dalle risate #Zelig

 

Sacek : nel primo tempo si sente anche bravo, Dalot sta buono e Diaz agisce per vie centrali. Poi quando viene attaccato nel secondo tempo, finisce più ubriaco di Gascoigne al venerdì sera #Gazza

Krejci : la cosa buffa è che nello Sparta ci sono 2 Krejci e tutti e 2 hanno lo stesso nome. Nel dubbio il direttore sportivo deve averli acquistati entrambi. Quello di stasera non era sicuramente quello giusto. #ScambioDiIdentità

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *