Nel pomeriggio inciampano tutte le big, Torino di Giampaolo compreso, Milan – Verona per tentare la grande fuga.

Le formazioni

Milan in formazione tipo, l’unico titolare in panchina è Rebic che deve ancora passare dai suoi amici croati a farsi fare il tagliando taroccato, al suo posto Leao pronto ad ubriacare i calciatori del Verona con le sue finte da sciatore consumato. Romagnoli c’è tra i titolari ma da forfait nel riscaldamento per paura di commettere un altro rigore.

La cronaca

Inizio horror, Halloween non era stato evidentemente ben festeggiato e si provvede giustamente. Ibra si veste da Lerch della famiglia Addams. Stessa mobilità e verve.

Mentre Calabria decide di fare il folletto malvagio che da gioie ai Zaccagni rendendolo il nuovo CR7.

Tempo 20′ siamo sotto di 2 gol. Il primo frutto di una serie di rimpalli che beffano Donnarumma, il secondo perfetto per gli effetti da “MAI dire gol” grazie ad una svirgolata immonda di Calabria.

I ragazzi di Pioli non abbassano la testa e rilanciano, Saelemaekers mette un bel cross e Kessie da Leone quale è, mette la zampata beffando Raul Cremona. 1 a 2.

Da qua inizierà una serie di occasioni clamorose che porterà questa ad essere una delle partite più sfortunate della storia.

Si parte con Theo che calcia addosso al portiere da zero metri, ripetendosi nel secondo tempo, sperando che non faccia così anche con la sua Zoe.

Poi è il turno dei gol annullati, il primo a Calhanoglu, il secondo a Calabria, che si dimostra al mondo intero che è un “falso 2” e che dovrebbe essere un centravanti d’area.

In tutto questo c’è un rigore di Zlatan che si dice sia atterrato da pochi minuti in Azerbaijan dopo che lo ha sparato clamorosamente alto.

La partita sembra scritta, il Milan deve perdere. Nei minuti finali però, quando tutto sembra perduto, su un cross di Diaz, Ibra strappa un biglietto per la Zlatan Airlines e vola in cielo trovando quanto meno un pareggio. Sono 2 punti persi, ma per come si era messa è già qualcosa aver trovato il pari.

Ora pausa per le nazionali, sperando di riordinare le idee

 

TOP & FLOP

Top

Zaccagni: clamoroso come un giocatore come Ronaldo si sia trovato a giocare nell’Hellas..ah ma non era Cristiano?.#Sium

Silvestri: oggi Raul Cremona era in grande forma, probabilmente è stato morso da un ragno nel pre partita.#Spiderman

Kessie: ormai oltre ad essere il presidente nello spogliatoio lo è anche in campo. #FrankBiden

Flop:

Ibra: si avvicina il Natale, i Re Magi arriveranno, lui intanto ci ha messo la cometa con il suo rigore alle stelle.#Nasa

Lovato: entra in campo con la stessa convinzione di De Sciglio, forse è piu a suo agio sul palcoscenico.#DemiLovato

Calabria: sembra che a fine tempo sia sentito Ibra dire ai compagni: “non passatela a Calabria, gioca per gli altri”.#CalabriaJr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *