Gli altri Supereroi,

Brocchi si nasce, Kalinic si diventa! (Top & Flop Lille-Milan)

Torna il profumo inconfondibile dell’europa anche se di serie B. Dopo la partita d’andata che aveva sconfortato tutto l’ambiente c’era apprensione per questo match ma Mr. Bonera si presenta positivo alla partita ma negativo al covid.

Le formazioni

Il Lille si presenta come sempre con un 4-4-2 in linea con la moda vintage che ritorna dagli anni 90, zeppo di velocisti che fanno pensare ad un 11 allestito dopo un attento scouting ad una gara di atletica.

Il Milan risponde con un 4-2-3-1 sulla carta ma dove, in realtà, tutti giocano a centrocampo sul campo. Peccato non avere più Higuain in rosa, perché per fare densità sarebbe stato eccellente. Gli uomini sono contati e i dubbi di conseguenza ridotti.

La cronaca

La partita è giocata in letargo dato il freddo di questi giorni, ritmi lenti e flipper a centrocampo.

Il primo tempo, nonostante gli sbadigli e la bavetta alla bocca da sonno pesante finisce con un occasione per parte. Hauge spreca un contropiede non passando di prima la palla ad un Rebic giustamente stizzito, che gli fa capire che nella migliore delle ipotesi gli bucherà le ruote della macchina.

Il secondo tempo si apre con un gol del Milan, Sandrino Tonali preme il tasto triangolo del joypad e filtra un passaggio che neanche una birra tedesca; Rebic preme la “x” e Samu segna facile. Da notare che lo spagnolo era stato il piu inutile fino a quel momento. A metà secondo tempo segna Bamba, che per rendere onore al suo cognome manda in estasi i tifosi del Lille.

Il resto della partita è tutto un “la palla tienila te che a me sta bene il pari” da entrambe le parti.

Siamo meno belli del solito ma la nota piu importante di oggi è che siamo solidi e siamo in corsa per il passaggio del turno. Ma soprattutto lo siamo con merito.

IL NULLA COSMICO, MA PUNTO IMPORTANTE!

Forza ragazzi 🔴

TOP & FLOP

Top:

Kjaer : ormai non esce più dal campo. Si dice che finita la partita vada in cerca di qualche partita di calcetto tra amici per metter minuti nelle gambe #JessicoCalcetto

Bamba : buonissima prestazione del neo MVP del mese della Ligue 1. Rende onore al suo cognome e quando parte sulla fascia si fuma letteralmente gli avversari #BobMarley


Castillejo : la prestazione è in linea con le solite. Ma se non va nei top almeno quando segna , non ci andrà mai più #Contentino

Flop:

Yazici : all’andata sembrava l’Ibra di Turchia. Oggi sembrava più un Rabiot che prova a reinventarsi attaccante. #Meteora

Dalot : ci si accorge della sua presenza quando crea una potenziale occasione per il Lille. Talmente apatico da far rimpiangere Calabria #DeSciglio

Fabio Caressa : la sua preoccupazione è se David, si pronuncia “deivid” o “dàvid”. Nel mentre durante il primo tempo passa 5 minuti a chiedersi perché non interviene la VAR che in Europa League non c’è. #Immergiamoci

 

0no comment

writer

The author didnt add any Information to his profile yet

Leave a Reply