Samp Milan per tenere il vantaggio di sicurezza sulle vincenti Inter e Juve. La vera sfida però si gioca in famiglia, tra Tonali e suo padre, l’arbitro Calvarese.

Le formazioni

Ogni mattina Pioli si sveglia e sa che deve annunciare la formazione prima che qualcuno si faccia male. Ormai le defezioni sono all’ordine del giorno. Stavolta alla lista si aggiungono Kjaer e Bennacer. Formazione quindi praticamente obbligata che vede out Hauge preferendogli Diaz.

Ranieri invece punta tutto sull’esperienza di Candreva sempre più pettinato dal Conte Dracula e Quagliarella che nasconde la sua pelata in modo commovente.

La cronaca

I primi minuti sono da coperta e camomilla con conseguente pisolino. Tanti errori e ritmi bassi, complice la muraglia cinese messa in campo da Ranieri.


Le azioni pericolose si contano davvero sulle dita di una mano, la più pericolosa è quella che capita sui piedi di Rebic che però, a dispetto del suo cognome, non riesce a mettere la firma grazie al salvataggio di Tonelli.

La partita si sblocca nel finale di primo tempo, Tonali lancia profondo per Theo e Jankto, da buon ex obiettivo rossonero, decide di regalare un calcio di rigore al Milan.

Si presenta Kessie dal dischetto che calcia con la stessa tranquillità di quando un comune mortale gioca in casa a pallone con le ciabatte. 1 a 0. E tutti negli spogliatoi.

Nel secondo tempo c’è una reazione nemmeno troppo convinta della Samp che finisce per sbattere contro i Batman e Robin della difesa di Pioli, ovvero Romagnoli e il suo fido scudiero Gabbia bravi ad arginare le sortite avversarie.

Il Milan dopo aver colpito un palo con un tiro alla Montolivo di Tonali, decide di mandare in campo il peso massimo Castillejo che neanche il tempo di metter piede sul prato di Marassi, trova il 2 a 0 su assist del “Fratellì” Ante Rebic.

Nel finale la Samp trova il 2 a 1 nel remake del gol di Muntari, che però grazie alla goal line technology viene stroncato sul nascere risultando quindi valido.

Il finale è di sofferenza, ma arrivano gli ennesimi 3 punti di questa grande stagione !

 

TOP & FLOP

Top:

Tonelli: oggi in campo si è sdoppiato, pericoloso in attacco ed un muro in difesa.#TonelliDiversi

Tonali: in netta crescita, oggi squadra e compasso alla mano per regolare le geometrie e gli equilibri del Milan.#Geometra

Calabria: seconda prestazione di gran livello, lascia a casa il cinquantino e stavolta entra in campo direttamente sulla Harley per volare sulla fascia.#BornToBeWild

Flop:

Diaz: movimento continuo e costante, a volte però un po troppo e sembra di vedere in campo Taz, il diavolo della Tazmania.#Pinball

Gabbiadini: prestazione che risalta il suo stato d’animo costante che poi è uguale a quella del danese nerazzurro.#Eriksen

Jankto: totalmente in confusione sull’azione del rigore, pensava di giocare a pallavolo.#JanktoEShiro

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *