Finisce la pausa Natalizia più breve della storia e ad aspettarci c’è la Befana in anticipo. Benevento – Milan per scongiurare l’incubo Brignoli.

Le formazioni

Pioli recupera Kjaer ma perde Saelemaekers, perché giustamente vale la regola Galliani : ” non entra nessuno se non esce nessuno”.
Quindi formazione obbligata alla luce anche dell’assenza di Theo per squalifica e ennesima prova da superare.

Pippo Inzaghi invece decide di puntare tutto sull’ex Lapadula che vuole unirsi alla cerchia di coloro che han castigato il Milan da avversario.

La cronaca

Partita equilibrata per i primi minuti, squadre ben messe in campo in attesa di un episodio che arriva grazie alla difesa del Benevento che fa un pasticcio regalando un rigore a Rebic. Si presenta come al solito Kessie che con la solita glacialità insacca dal dischetto. L’africano più freddo del mondo.

La reazione del Benevento c’è ed è decisa, l’episodio favorevole arriva grazie ad uno spaesato Tonali che decide di asportare personalmente una rotula a Caprari beccandosi un cartellino rosso.

La partita sembra poter prendere una piega difficile per i rossoneri, alla luce dell’ingresso di Krunic che è paragonabile a quello di un gatto nero che ti attraversa la strada.

Il primo tempo comunque finisce con i nostri avanti consapevoli che nel secondo ci sarà da lottare.

Gli uomini di SuperPippo entrano con grande convinzione e le occasioni non mancano,ma è il Milan con un Leao sottoposto ad elettroshock negli spogliatoi, a trovare il 2 a 0 dopo un contropiede tenuto vivo grazie alla tenacia del portoghese.

Il doppio vantaggio non può far star tranquillo il Milan che vede gli avversari attaccare con tanti uomini. Al 61′ il buon Rade, per tenere fede alla sua fama, decide di entrare in contrasto in modalità elefantesca su Caprari che va giù, ed è calcio di rigore. Lo stesso sosia di De Sciglio si presenta dagli 11 metri ma calcia fuori grazie alla telepatia di Donnarumma che lo induce all’errore.

Il Milan non contento del risultato e consapevole di essere in testa anche alla classifica dei legni, decide di colpirne altri 2 con Calhanoglu prima e Kessie nel finale che a fine partita al posto del pallone, verranno mandati a casa con un orsacchiotto peluche.

Altri 3 punti e primato confermatissimo per un Milan che non sembra avere voglia di fermarsi.

TOP E FLOP

TOP

Kjaer : se i vichinghi avessero avuto lui come condottiero ai tempi, oggi dominerebbero il mondo. #BjornFiancoDiFerro

Leao : nel primo tempo manda in campo l’idolo “Bello Figo”, nel secondo entra quello vero e fa tutta la differenza del mondo.#DrBelloFigo&MrLeao

Kessie : rigore calciato con la solita freddezza e gestione intelligente della posizione. Nel finale quando calano le forze lui si trasforma in Hulk e prende il controllo della gara #L’IncredibileFrank

FLOP

Tonali : dopo qualche prova interessante stasera sembrava Montolivo dopo aver rotto 2 volte il crociato. #MonTONALI

Caprari : Il sosia di De Sciglio dopo un buon primo tempo ha l’occasione per riaprire la partita nel secondo tempo, ma fallisce dal dischetto dimenticandosi di non essere realmente il buon Mattia. #NonSapevoDiNonEssereUnTerzino

Tuia : ha la reattività nell’arrivare sul pallone che ha Higuain nel trovare posto al McDonald’s, gli costa il fallo da rigore su Rebic #MortacciTuia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *