Ritorno in campo dopo la prima sconfitta stagionale, a San Siro ospitiamo il Toro del gran maestro Giampaolo, noto anche per le sue canzoni trap come Giampy Ebbasta.

Le formazioni 

Dopo la sciagurata formazione di reduci del Vietnam mandata in campo con la Juve, Pioli può tornare a schierare un undici degno di esser chiamato tale. Torna Tonali dopo la squalifica e quindi il Kimmich di Milanello ritorna a fare il terzino. Fuori Calhanoglu per precauzione ed al suo posto Diaz.

Per il maestro invece 352 solito, confermata la presenza del ballerino di tango Rr che torna a San Siro dopo averci fatto finire la lista di insulti a disposizione.

La cronaca

Parte bene il Milan che sembra aver digerito la sconfitta con la Juve come Aldo Baglio digerisce la peperonata alle 7 del mattino. 

Per 45 minuti infatti il Toro non vede palla e i giocatori granata dimostrano di aver frainteso il testa alta e giocare a calcio di Giampaolo con un testa bassa e parcheggiamo il pulmino. 

Al 25′ arriva infatti il vantaggio del Milan, la insacca Leao dopo un assist alla Guti di Diaz con tanto di tunnel ai danni del difensore granata.

Il raddoppio arriva su rigore causato da un Belotti che in versione Materazzi stende Diaz. Va il presidente dal dischetto e fa 2 a 0.

Il Toro non reagisce e sembra non riuscire a prendere campo contro un Milan dominante. L’unico pericolo arriva su una punizione di Cristiano Rodiguez che colpisce la traversa. 

2 a 0 all’intervallo.

Ripresa che si apre con un brivido per il Milan, Verdi cade in area e Maresca fischia rigore. Rigore tolto dal Var che ha notato che in realtà era stato lo stesso Dottor Verdi a connettere fallo mentre cercava di operare Tonali al tendine d’Achille.

Secondo tempo che scivola via senza particolari emozioni, i granata ci hanno provato, ma con scarsi risultati. Degna di nota la parata alla mr Fantastic di Gigio su un tiro deviato. 

Finisce 2 a 0 per i rossoneri, e anche questa settimana in testa ci siamo noi.

 

TOP E FLOP

TOP

Diaz : finito il lavoro di elfo di Babbo Natale torna a pieno servizio. Quando ha il pallone tra i piedi la fa letteralmente sparire dagli occhi dei difensori #Illusionista

Leao : altra prova convincente del portoghese che trova il gol. L’arbitro lo apprezza talmente tanto che decide anche di regalargli un giallo #PaccoSorpresa

Kessie : a volte cerchiamo di capire se sia uno o di più. È veramente ovunque. “Tu Kessie Is megl che uan” #MaxiBon

 

FLOP

Ricardo Rodriguez : non si vede letteralmente per tutta la partita. Ci si accorge della sua presenza quando colpisce la traversa su punzione #ModalitàSilenzioso

Lyanco : si dice sia arrivato in extremis alla partita perché doveva finire di tagliare la carne in macelleria. Si dimentica di togliersi i panni da macellaio e prosegue sul campo di San Siro #PettoOCoscia

Belotti : non vede mai la porta. Decide quindi di tornare dietro a dare una mano e causa il rigore. #Armageddon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *