Si torna in campo dopo soli 3 giorni dall’impresa di Roma, ospitiamo a San Siro l’Udinese, squadra che ci ha sempre dato fastidio e con un certo De Paul che quando vedere rossonero si trasforma in Iniesta. 

Le formazioni

Pioli si trova con gli uomini contati, Ibra infortunato ed impegnato a duettare con Achille Lauro a San Remo, Calhanoglu acciaccato e la fascia destra a riposo dopo i vari sforzi. Torna in campo anche Romagnoli, che era stato messo sullo sgabello come Bonucci, a far coppia con il gigante danese Kjaer. Ritorna in campo l’idolo delle masse Kalulu a coprire le scorribande della Barbie Rossonera.

La cronaca 

Partita che parte sapendo già di sonnellino post cena, le squadre sono chiuse e sempre di essere in centro città dopo le 22 in una qualsiasi zona rossa.

Talmente poche le occasioni che le uniche cose degne di nota sono le mazzate in campo, prima Rebic si improvvisa chirurgo rifacendo il naso al Chiellini d’Udine Becao e poi Theo che falcia Molina cercando di amputargli una gamba.

Si chiude sullo zero a zero un primo tempo con poche emozioni, l’unico pericolo lo crea Castillejo con un tiro in contro tempo neutralizzato però da Musso.

Si riparte con la speranza che da un primo tempo di Rugby si inizi a giocare a Calcio, nell’intervallo però, per non farci mancare nulla, Tonali da Forfait e lascia il campo.

Partenza con il brivido per il Milan, retropassaggio alla De Sciglio di Theo, recupera palla l’Udinese ma ad un colpo a botta sicura di Nestorovski si oppone Romagnoli in versione Kung Fu Panda. 

Brivido che diventa realtà al 68°, angolo per i bianconeri, colpo di testa di Becao, sullo schermo appare uno scritta strana:

Errore 404, Donnarumma not found”.

Palla che entra lentamente e Gigio la osserva inerme. 

Pioli prova a smuovere un po le carte con qualche cambio, ma che hanno lo stesso effetto di qualche briciola di pane lanciata dal balcone per cercare di risolvere il problema della fame nel mondo.

La divina provvidenza ci salva da una pesantissima sconfitta all’ ultimo secondo, tocco di mano di Larsen e rigore per il Milan. Va l’uomo di ghiaccio Kessie e fa 1 a 1. Pareggio strappato in extremis che ci da un po di respiro in più.

I TOP E FLOP 

TOP

Kessie : glaciale dal dischetto, doppia presenza in mezzo al campo. 2 Is megl che uan #MaxiBon

Romagnoli : dopo tante prove negative da cenni di vita. Prova ordinata condita da un salvataggio decisivo. #LaNotteDeiMortiViventi

Becao : non segna mai, tranne che contro il Milan. Prepara questa partita come Rocky il match contro Ivan Drago. #TiSpiezzoInDue

FLOP

Leao : chissà a cosa pensa mentre gioca? Probabilmente alle strofe dei nuovi pezzi trap. Dovrebbe solo pensare al pallone #SferaEbbasta

Rebic : ok che gli slavi sono famosi per la loro discontinuità, ma quest’anno è talmente discontinuo, da sembrare continuo. #NonSapevoDiEssereInCampo

Donnarumma : uno di 90 anni avrebbe sarebbe stato sicuramente più reattivo di lui sul gol. Invecchiato tutto d’un tratto #Nonnarumma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *