Milan ospitato in casa dell’Hellas, squadra per noi sempre ostica e portatrice di cattivi ricordi. Partita importante per consolidare il secondo posto in solitaria e per reagire al periodo no. 

Le formazioni 

Dopo la partita di Mercoledì, Pioli si è ritrovato a girare per Milanello con la stessa espressione di John Travolta date tutte le assenze per infortunio.

Milan che si presenta con una formazione degna di un film horror, Dalot a sinistra, Krunic sulla trequarti e Meite a centrocampo.

La cronaca 

Partita tenuta subito con ritmi bassi dal Milan per non subire la foga del Verona.,

Rossoneri che dopo qualche minuto di rodaggio ed un brivido causato da un retropassaggio alla De Sciglio di Tomori, salgono in cattedra grazie al De Bruyne di Bosnia Krunic. 

È proprio il 33 rossonero che con una scorribanda si conquista una punizione dal limite che batte lui stesso. Palla nel 7 e primo goal in campionato per Krunic Pernambucano. 

Milan che quindi sblocca inaspettatamente la partita e va all’intervallo in vantaggio, dalla tribuna scende Ibra che ha portato qualche mazzo di fiori avanzato da Sanremo ai compagni.

Partita che riprende ed è subito miracolo, scambio al limite con Saelemakers, riprende palla Dalot, finta, controllo e palla all’incrocio. La metamorfosi in Maicon è completa. Milan che entra in controllo della partita e annienta il Verona, che ha la capacità di reazione di un cerbiatto circondato da un branco di lupi. 

Nota di merito per l’accoppiata K&M che non è una nuova marca di vestiti, ma il duo Kessie-Meite, che ha costruito una diga a centrocampo non facendo passare nemmeno l’aria. 

Si chiude sul 2 a 0 e Milan che si rilancia e prende una boccata d’aria dopo una settimana di apnea. Ora la palla passa ai Cugini che affronteranno la Dea nel posticipo del lunedì.

I TOP E FLOP

Kessie: Mattarella può anticipare la pensione. Come dirige il tutto Frank, nessuno mai #Mr.President

Krunic : il Kevin de Bruyne di Bosnia regala una perla rara. Da oggi sarà il giocatore del city, il Krunic del Belgio #BosniaGotTalent

Dalot: fa la solita prova “Da – Lot (a)”, poi si sveglia e trova un colpo da fenomeno degno del miglior CR7 #Siuuuuum

FLOP

Veloso : dopo tipo 10 anni dove è stato accostato al Milan, finalmente riesce a giocare una partita in rossonero #Infiltrato

Castillejo: Pioli lo sposta a destra o sinistra a seconda di come tira il vento per tenerlo ancorato al campo. L’aria è troppa e fatica più del previsto #RosaDeiVenti

Lasagna: giocare con il suo sosia Kalinic da i primi frutti. Lo emula alla perfezione non toccando palla #Funzionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *