Trasferta ostica di Firenze per il Milan che deve vincere per non venire definitivamente risucchiato da Atalanta e compagnia.

Le formazioni

Pioli può tornare a sorridere almeno in parte, torna Ibrahimovic dal primo minuto e Bennacer in panchina, ma soprattutto oggi non si è fatto male nessuno prima della partita.

Il mister sceglie di dare un vantaggio alla viola schierando Dalot subito al posto di Kalulu.

Prandelli invece si gioca tutto su Ribéry che solitamente contro il Milan azzecca l’unica partita dell’anno.

La cronaca

Inizio scoppiettante con Tomori che deve subito salvare sulla linea sugli sviluppi di corner, arriva però la risposta del Milan con Ibra : Kjaer veste i panni di regista e pennella sui piedi dello svedese un pallone che deve solo essere insaccato. 1 a 0.

Sembra andare tutto per il verso giusto, quando Dalot, irretito per non aver ancora fatto danni, decide di stendere Castrovilli senza motivo al limite. Calcio di punzione di Pulgar che buca le mani a Gigio, adesso capiamo perché è sempre alla ricerca di aumenti… 1 a 1.

C’è spazio ancora per le emozioni in questo primo tempo, è Pezzella a regalare la prima, con un tributo al CT Mancini in tribuna, volto ad emulare il colpo di tacco famoso che però si stampa sul palo. Il secondo è ancora targato ZL1981IB con il numero 11 che colpisce una traversa dopo un cucchiaio un po’ forzato.

Nel secondo tempo ci si aspetta un Milan che salga di livello, invece Ribéry si ricorda che contro i rossoneri di solito segna e così fa, con un piazzato nell’angolo basso. 2 a 1.

Si teme il peggio, ma dopo partite di cambi inutili, ne arriva uno decisivo : Bennacer che sostituisce un Tonali in versione “Nano Pisolo” data la poca reattività mostrata.


L’algerino cambia il ritmo dei suoi e le occasioni aumentano. Prima arriva il pari con Diaz, che dopo un primo tempo da agente segreto infiltrato nella Fiorentina, trova il pari su sviluppo di corner e poi è il Turco 10 in versione Diesel a trovare un gran gol, con un colpo da biliardo dopo una lenta carburazione.

3 a 2 e minuti finali di gestione tutto sommato tranquilla, grazie anche ad un Tomori che oggi ha bloccato persino gli spifferi che passano sotto le porte di casa.

3 punti d’oro per continuare a sognare.

 

TOP & FLOP

Top:

Tomori: da un suo anticipo in stile mastino a centrocampo nasce il goal vittoria. Prendeteci per pazzi si, #PazziPerFikayo

Ibra: scende tra noi comuni mortali finalmente, domina chiunque e torna al goal. #Kratos

Ribery: sotto la maglietta viola indossava la canotta del Bayern. Oggi in grande spolvero. #OldButGold

Flop:

Dalot: ad Agosto non lo voleva nemmeno sua madre, ora nemmeno i Cugini di sesto grado. #Scarsot

Tonali: da nuovo Pirlo a nuovo Montolivo il passo è breve. Un bradipo in campo, sia di passo che di pensiero. #Movionali

Bonaventura: buon sangue non mente, prima partita da avversario e si torna dritto nei flop. #TornaACasaJack

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *