Gli altri Supereroi,

Top & Flop Milan-Genoa

Torna l’appuntamento del mezzogiorno, atteso con la stessa felicità con quale si attendono le tasse.

Le formazioni

Pioli ormai gode della rosa quasi al completo, le assenze sono 3, di cui 2 pesantissime : Ibra, ma soprattutto Antonio Donnarumma.

A Leao il compito di sostituire lo svedese, con le solite aspettative pronte a esser smentite.

La cronaca

Il Milan inizia col piglio giusto e dopo soli 13′ minuti è avanti. Punzione rimpallata che si impenna e Rebic pronto con il “tiro della Tigre” a sfondare la porta con una “Balotelliana” indolenza.

Ci si aspetta una squadra che chiuda la partita, invece il Milan decide di farsi un sonnellino dando spazio agli avversari che cercano di evolvere nuovamente Destro in Lewandowski.

Trasformazione che arriva al 37′ sugli sviluppi di un corner. Tomori si addormenta e il buon Mattia insacca. Sembra che l’attaccante del Genoa sia la cryptonite di super Tomori che perde malamente la marcatura.

Si chiude il primo tempo con l’impressione che il secondo, sarà di grande sofferenza, in parte dovuta dal vedere ancora Leao in campo, che per 45′ minuti è stato incisivo quanto una penna su tavolo bagnato.

La seconda frazione inizia e il Milan crea un grande pericolo con Kjaer che sfiora il gol con un’incornata tipica del suo elmetto Vichingo.

Dal canto suo il Genoa prova a rendersi pericoloso con Pjaca e Scamacca che però non impensieriscono Donnarumma.

Regna l’equilibrio e Pioli prova a spezzarlo ( a favore del Genoa ) mettendo Dalot e Mandzukic contemporaneamente.

Accade però il contrario e quindi la sorte sorride al Milan, che sempre da corner, trova il vantaggio con il primo gol del neo acquisto Scamacca che evidentemente non vedeva l’ora di vestire la maglia rossonera.

La partita si chiude però col brivido, dato da un’uscita a vuoto di Gigio, che ci teneva particolarmente a dimostrare di non valere 10 mln. Salvano prima Kjaer e poi Tomori, candidandosi di fatto come sostituti del N.99 per il prossimo anno.

3 punti e bombole d’ossigeno per Marione Mandzukic che dopo 15′ non si reggeva già in piedi.

 

TOP & FLOP

Top:

Kjaer-Tomori: ultimo baluardo negli ultimi minuti contro l’assedio del Genoa. Prova talmente solida da parte della coppia, che è stata chiamata a sostituire Gerry Scotti nella conduzione di #TheWaaaaall

Rebic: ormai si è capito che la sua stagione preferita è la primavera, rinato da qualche settimana sta mettendo in mostra tutte le sue qualità. #Calendario

Destro: quest’anno sta facendo tutto quello che avrebbe dovuto fare quando vestiva rossonero. Il suo goal era quotato 0.1. #Superpippo

Flop:

Scamacca: dopo esser stato accostato al Milan nelle ultime settimane, si fa trovare già pronto segnando il goal vittoria. #ViceIbra


Calhanoglu: sprazzi del Turco dei tempi d’oro, ma con ancora il retrogusto di Honda.#Keisuke

Strootman: rispetto a quello che avevamo visto a Roma qualche anno fa, questo è un Fantasma. Impalpabile. #Casper

 

0no comment

writer

The author didnt add any Information to his profile yet

Leave a Reply