NEWS, Papà pagelle, papà van basten,

Papà pagelle: Milan Cagliari 4-1

Maignan 6: subisce il suo primo gol in rossonero che quasi evita smanacciando il colpo di testa di Deiola. Poi ottime e sicure uscite più un bel intervento su punizione infima di Lykogiannis. Rassicurante.

Calabria 6,5: il nostro nuovo capitano continua a farci vedere la versione Tassotti 2.0 ed è un gran bel vedere. Nel primo tempo il binario di destra è una miniera d’oro anche grazie alle sue corse ed ai suoi recuperi. Mancini lo continua ad ignorare. Perché?

Tomori 6: nel gioco delle coppie con gli attaccanti avversari gli capita quello più fastidioso (Joao Pedro) che crea qualche leggero grattacapo. Cerca gloria in attacco ed una sua rasoiata per poco non gli regala la gioia del gol.

Kjaer 6,5: Iceman vince il duello ad alta quota con quella vecchia volpe di Pavoletti e buttafuori tutto quello che piove in area rossonera. Solita leadership, una certezza come le sue stecche a centrocampo che ogni tanto servono a spezzare le manovre avversarie. Lunga vita a Simon Kjaer!

Theo 6,5: bentornato dalle ferie Theone! Cancella la prova-aperitivo di Marassi e alle sue adorate e adorabili scorribande, e da una di queste nasce il 3-1 con uno splendido inserimento che libera Giroud al tiro per il 3-1. Persiste qualche piccola imprecisione nel palleggio nella nostra metà campo, ma si sa è il suo tallone d’Achille.

Tonali 7,5: notte prima della pausa e questa notte è tutta sua. Supera con un bel voto la prima stagionale a San Siro ed incoraggiato dalla curva nel riscaldamento regala ad i suoi tifosi il suo primo gol rossonero con una magistrale punizione che ha ricordato tanto i calci di Demetrio Albertini. Prestazione eccellente e di grande personalità. Il tempo è dalla tua Sandro, puoi solo crescere ancora!

Tonali da applausi: primo gol e standing ovation a San Siro

Krunic 6,5: prosegue sulla scia della prestazione contro la Samp ed è sempre molto concentrato. Gli mancano i tempi di costruzione in quella zona di campo ma glielo perdoniamo volentieri perché si adatta alla grande in un ruolo non suo.

Saelemaekers 7: prestazione super della nostra inesauribile pila belga. Nel primo tempo è indemoniato e con Calabria sembrano in quattro in quella fascia destra. Potranno arrivare pure Mister X e Mister Y ma Pioli difficilmente farà a meno del suo dinamismo e della sua intelligenza tattica. Se arriveranno pure assist e gol…

Diaz 7,5: nella vita ci vuole anche culo e lui il fondoschiena ce lo mette (fortuitamente) nella rocambolesca rete del 2-1 deviando una fucilata di Leao. Ma quello è il meno, perché fra una sgommata e l’altra regala l’assist per il 3-1 e conquista il rigore del poker che chiude il match. Vederlo palleggiare e dribblare a tutto campo è decisamente qualcosa da San Siro e che i tifosi infatti apprezzano omaggiandolo con un coro che anni fa era dedicato ad un certo Kakà..

Leao 6,5: prestazione più che sufficiente per il portoghese che però, tirata d’orecchie, di sufficienza pecca nella prima ghiottissima occasione che gli capita quando forse per solidarietà allo streaming di Dazn ci mette una vita per tirare. Reagisce, gran bella notizia, e lo si vede dalla cattiveria con la quale fa partire la sassata che carambola sul piccolo Diaz. Nella ripresa tanti altri strappi e prende per il naso in più di un’occasione nonno Godin, non l’ultimo arrivato. Quest’anno Pioli sembra tentato di preferirlo davvero all’altra lampada ad intermittenza (il buon Rebic) ma serve meno frenesia e più lucidità, forza Rafa scaccia il fantasma di Niang!

Giroud 7,5: se alla prima ci aveva conquistato per la sua versione pirata con la quale aveva duellato, fatto sponde e sportellate coi difensori della Doria questa sera regala a San Siro la versione spadaccino e per magia la numero 9 diventa leggera e letale. Si divide con Tonali e Diaz la palma di migliore in campo, ma il colpo della serata è suo, nessuno dei due gol ma il tacco-tunnel con il quale manda in porta al nono minuto il fratello scemo di Leao. Chapeau Monsieur Oliver!

Pioli 7,5: se c’era una partita che Stefano Pioli voleva farsi perdonare dal pubblico rossonero era proprio quel Milan-Cagliari alla penultima dello scorso campionato con la quale avevamo rischiato di cestinare un intero campionato. Questa sera il Mister ha finalmente di nuovo il pubblico di San Siro allo stadio e regala il Milan che tutti vogliamo: veloce, letale e che lotta su ogni pallone. Avanti così Mister! E ora regalategli un ultimo rinforzo!

0no comment

writer

The author didnt add any Information to his profile yet

Leave a Reply