NEWS,

BENTORNATA CHAMPIONS LEAGUE

(di Giuseppe Marino)

Ci siamo, di nuovo.

L’atmosfera è quella giusta, quella di sempre. Quella che ormai tutti avevamo quasi dimenticato o forse no.
La tensione fa capolino tra le attività quotidiane.
Stasera gioca il Milan! Stasera c’è la Champions a San Siro!
La birra è in ghiaccio ormai da un po’. Cerchi di non pensarci, cerchi di smorzare un po’ l’ansia distraendoti, inventandoti cose da fare che in realtà non fanno altro che portarti a sbattere sempre lì con la testa.

A quando quella musichetta risuonerà un’altra volta. Questa volta tra le mura di casa nostra, con un suono più dolce, più familiare, dentro un Stadio vestito a festa per le grandi occasioni.
Un po’ come quando tiri fuori l’abito buono, quello per la serata giusta in cui speri accada qualcosa da ricordare.

Perché siamo milanisti e di serate giuste, per fortuna, ne abbiamo vissute tante.

Ma ora è diverso, ora tutto ha un sapore nuovo, un colore nuovo, un’emozione nuova.
Tutto è cambiato in questi anni, meno l’ansia e la passione che ci accompagnano prima, durante e dopo serate come queste.
Ed allora eccoti qui, pronto a maneggiare qualunque amuleto o a rispolverare qualunque gesto che credi o meglio speri possa portarti fortuna. Come facevi 10 anni fa, quando dominare l’Europa era la prassi, eppure eri convinto che dipendesse anche e soprattutto da quel preciso oggetto o rito senza il quale “figurati se vinciamo stasera..”

È proprio vero, è cambiato tutto. Il calcio è cambiato, il mondo è cambiato in questi 8 anni.
Tutto meno che noi, che siamo gli stessi maledetti innamorati, romantici e superstiziosi rossoneri di sempre.


Perciò si alzi il sipario su San Siro e cominci pure lo spettacolo, noi siamo pronti, lo siamo sempre stati.

Bentornata a casa Europa. Bentornata Champions League.

0no comment

writer

The author didnt add any Information to his profile yet

Leave a Reply