Gli altri Supereroi,

Brocchi si nasce, Kalinic si diventa! (Top & Flop Milan-Atletico)

Seconda giornata del nostro girone d’inferno, torna a San Siro la Champions League e con lei l’Atletico Madrid.

Le formazioni

Nessuna sorpresa per Pioli che mette in campo gli 11 migliori tolto il reparto acciaccati che ormai occupa un settore intero di San Siro. Titolare ancora Rebic che ha timbrato talmente tanto il cartellino delle presenze in questo mese da essere in testa alla classifica del dipendente del mese.

Atletico che si presenta con un 442 marchiato Simeone, Griezmann e Joao Felix in panca in modalità cosplayer di Donnarumma.

La cronaca

Rossoneri che questa volta entrano in campo con i pantaloncini intonsi, a differenza dell’uscita ad Anfield.
Primi 30 minuti in cui sembravano 22 i rossoneri in campo, tra tutti Bennacer e Leao hanno torturato gli spagnoli peggio di Saw.

Al 20′ arriva il vantaggio del Milan, Brahim serpeggia in area distribuendo aspirine ai Difensori avversari, scarica su Leao che con la stecca da biliardo la piazza all’angolino.

Dieci minuti dopo arriva il secondo episodio decisivo della partita, secondo giallo a Kessie che va sotto la doccia a riflettere su quanti milioni dovrà dare lui per giocare ancora nel Milan.

Decisione comunque dubbia, ma si spiega con la presenza di Cekir nelle foto di famiglia di Calhanoglu.

Nonostante l’inferiorità tiene botta il Milan che rischia anche di raddoppiare con un Leao in versione Cr7 colpisce la traversa con una rovesciata clamorosa.

Nella ripresa prende coraggio L’Atletico grazie anche al loro tifoso numero 1 che dalla panchina rossonera decide di eliminare tutta la tecnica in campo inserendo Billy Ballo, Kalulu e successivamente mettendo Calabria davanti alla difesa.

A riequilibrare il risultato è Griezman con una botta al volo, ma la vera giocata decisiva la fa ancora l’arbitro concedendo un rigore inesistente oltre il novantesimo dopo che Lemar e Kalulu si erano messi a giocare a schiacciasette.

Suarez sul dischetto ed è due a uno, rapina completata e terna arbitrale che può finalmente togliere il passamontagna.

Sconfitta che fa male soprattutto per come è arrivata e per la grande prestazione dei rossoneri, su tutti Tomori che ormai sembra giocare contro i pulcini anche in Europa.

 

I TOP E FLOP

TOP

Bennacer : dopo un avvio a rilento di stagione, improvvisamente ingloba Iniesta, Pirlo e Xavi contemporaneamente. È uno solo, ma sembrano almeno 3 #DonoDell’Ubiquità

Leao : stasera rideva più del solito, si capiva tutto subito. Anche Messi avrebbe preso lezione dal portoghese a questo giro #QuelMaledettoSorriso

Diaz : si porta a spasso chiunque, i calciatori dell’atletico sembrano i suoi cagnolini nel momento del bisognino quotidiano #DogSitter

FLOP

Cakir : è chiaro, un arbitro turco e di Istanbul può averlo mandato solo Calhanoglu. Non si spiega la disparità di giudizio altrimenti #Giallo+GialloFaRosso

Ballo Toure : grande talento, probabilmente per l’atletica, sicuramente non per fare il calciatore #MarcellJacobs

Kondogbia : dicevano fosse migliorato dopo l’esperienza in nerazzurro. Rivedere San Siro evidentemente lo ha riportato ai livelli di un tempo. #Nostalgico

 

0no comment

writer

The author didnt add any Information to his profile yet

Leave a Reply