NEWS, papà van basten,

Papà pagelle: Atalanta-Milan 2-3

Maignan 7,5: quindici minuti in cui spiega a tutti perché Maldini non ha esitato un secondo a sceglierlo al posto dell’analfabeta di Castellammare. Prontissimo su Zapata compie un prodigio su un tiro angolatissimo di Zappacosta. Sui tre punti di Bergamo ci sono assolutamente anche le impronte dei suoi guanti.

Calabria 7,5: che dire il processo di Tassotizzazione è ormai al 99%. Per arrivare al 100% servirà alzare un trofeo…e chissà che non sia già questa la stagione buona! Il gol lampo è solo il punto esclamativo di una partita straordinaria.

Tomori 7: incenerisce Malinovskyi, Muriel dalla panchina deve aver assistito alla fantastica presenza del centrale rossonero e decide di girare alla larga. Soliti anticipi a tutto campo, uno spettacolo vederlo giocare. L’Inghilterra lo richiama alle armi ma prima o poi doveva capitare. Buon viaggio ragazzo e torna presto, prestissimo!

Kjaer 6,5: gli capita il cliente peggiore della serata ovvero quel gigante di Zapata che lo sollecita sovente nell’uno contro uno. Simon qualcosa concede ma rimane in piedi fino alla fine. Sempre meglio averlo in campo che in tribuna.

Hernandez 7,5: nella patria del “da quinto a quinto” regala un saggio del “da quarto a quarto”. La palla per Calabria ad inizio match è un assist degno del mancino di Savicevic quella per Leao nella ripresa frutto di una delle sue accelerazioni spaccatutto. Sembra Maverick in Top Gun!

Tonali 8: rinascimento italiano nel centrocampo rossonero. Continuano incessanti i paragoni ora con Albertini, ora con Gattuso, ma la cosa più bella è che sta emergendo il suo calcio fatto di corse e recuperi con palleggio sopraffino nello stretto ed ora pure il secondo centro in campionato. Freuler se lo sognerà a lungo nella sosta.

Kessie 7,5: un gigante nella città che lo ha lanciato in serie A! Bentornato al Frank che amiamo, quello edizione 2020/2021, quello che speriamo di vedere più spesso in questo campionato e magari anche nelle prossime stagioni. Ora quindici giorni per ricaricare pile e penna stilografica.

Saelemaekers 7: decide di far impazzire il gps che tenta di seguirlo in mezzo al campo. Moto perpetuo ha solo sulla coscienza quel pallone colpito troppo bene solo davanti a Musso. È una delle più belle scoperte del Milan di Pioli ed è l’uomo più tatticamente prezioso del tridente dietro la punta.

Diaz 6,5: meno appariscente delle ultime apparizioni, ma solo perché mette da parte il fioretto e decide di armarsi anche lui di sciabola contrastando i due centrali di centrocampo, motivo per il quale si becca pure un insolito giallo. Ma non si può e non si deve assolutamente pensare di poter fare a meno di questo giocatore.

Leao 7,5: ogni partita che passa sta acquisendo la famosa consapevolezza nei propri mezzi. Quando accelera non lo tiene nessuno manca un pizzico di lucidità nell’assist mentre non ha problemi al tiro. Chiedere a Musso che si vede recapitare una lavatrice a domicilio nel sette. Che sia cresciuto anche di testa si vede proprio negli ultimissimi minuti quando guadagna tempo e falli sulla linea laterale.


Rebic 7:
mentre i due nonnini si curano chi il polpaccio e chi la schiena il nostro Rambo croato decide di mostrare a tutti i suoi tifosi cosa vuol dire una condizione psicofisica eccellente. Pressa tutto e tutti, forse pure i suoi compagni. Spesso arriva in area con la lingua di fuori e con un surplus di doppi passi e finte che non lo aiutano a fare la cosa giusta. Ma è veramente irrinunciabile nel suo continuo allungare la squadra e non dare riferimento ai difensori avversari. Una provocazione? Con Zlatan e Giroud non avremmo fatto questa partita così bella e intensa.

Messias 6: c’è chi lo sta crocifiggendo, ma non è colpa sua se il VAR è spento o funziona solo ai saltelli di Gasperini. Ci rivediamo a San Siro ragazzo.

Pioli 9: è una delle sue serate più belle da quando allena questa squadra. Il dolce problema è che stanno iniziando ad essere davvero tante. Mette ciuccio e copertina al bimbo Gasp e finisce così dunque la favoletta del piccolo allenatore che saltellava sul 5-0. Sogni d’oro.

0no comment

writer

The author didnt add any Information to his profile yet

Leave a Reply