Gli altri Supereroi,

Brocchi si nasce, Kalinic si diventa! (Top & Flop Roma-Milan)

Dopo un paio di vittorie di “Horto Muso” e con un po’ di smalto smarrito, arriva la Roma, che nella serata di Halloween sembra perfetta per spaventare il Milan.

La formazione

Pioli oggi perde solo Pellegri, ma dal momento che Giroud e Ibra sono disponibili, non frega niente a nessuno. Torna Theo dal primo minuto, Bennacer preferito a Tonali, Ibra la davanti a guidare tutti. Diaz torna, ma va in panchina, causa amore infinito del mister per Rade.

La cronaca

Parte convinta la Roma che ha subito una buona occasione con Pellegrini. Sembra che Mourinho prima del match abbia ricordato più volte che in porta ci sarebbe stato Tatarusanu.

La reazione del Milan è pronta però, Bennacer si mangia i calciatori avversari neanche fosse Pacman dettando i ritmi ai suoi e rilanciando in continuazione l’azione.

A creare pericolo poi ci pensano Leao e Ibra. È il portoghese che grazie ad uno slalom tra i difensori della Roma, conquista un fallo al limite che concede a Ibra una chance dal limite.

Zlatan ha studiato e lo sa, esiste la legge dei grandi numeri. Dunque dopo 400 punizioni calciate tra tribuna e barriera, doveva arrivare il gol. Infatti stavolta la rasoiata dello svedese finisce dritta nell’angolino. 1 a 0.

Da qua in poi la Roma perde un po’ la testa e non riesce a riorganizzare le idee. Finisce così il primo tempo.

La ripresa dovrebbe essere nel segno della riscossa degli uomini di Mourinho, invece è letteralmente dominata da Ibrahimovic. Prima si vede annullare un gol per questione di Millimetri, poi guadagna un calcio di rigore, che in un momento di umanità, decide di lasciare a Kessie.

L’ivoriano alla ricerca di un motivo per un ulteriore rilancio contrattuale, si presenta freddo e realizza il 2 a 0. Sembra tutto chiuso.

Pioli imbarazzato probabilmente dalla superiorità clamorosa dei suoi, per buon cuore, decide di togliere lo svedese per Giroud.

La squadra perde qualche metro ma soprattutto la Roma trova un grande alleato : Maresca.

Prima ammonisce a raffica i calciatori del Milan, quasi sempre senza motivazione, poi non fischia un fallo clamoroso a Krunic, dal quale riparte la Roma che porta poi al rosso di Theo Hernandez.

Rossoneri in 10 e in procinto di soffrire. I giallorossi le provano tutte senza grandi risultati. Il merito è di Kjaer a tratti si veste anche di Giallo, prendendo il posto di Tatarusanu. Il gol di El Shaarawy nel finale riapre la gara, ma serve solo a spaventare il Milan, per rendere onore ad Halloween.

3 punti pesanti e Mourinho e la sua Roma, rispediti al Circo Orfei.

 

I TOP E FLOP

TOP

Kjaer : quando gioca così metterne 4 in difesa più il portiere è troppo. Basterebbe lui #OneManBand

Bennacer : dominatore assoluto del centrocampo, è tra i più piccoli in campo, ma sembra un gigante #Gulliver

Ibrahimovic : qualcuno diceva fosse un peso…. Forse per i fegati dei tifosi avversari che devono vederlo segnare #Highlander

FLOP

Maresca : il circo Orfei lo deve aver recentemente licenziato. Decide di esibirsi in Roma Milan con il solito risultato. #Pagliaccio

Mkhitaryan : lui è armeno, i suoi compagni menano. Nonostante la nazionalità non riesce a calarsi nella parte. Complimenti al suo parrucchiere che cerca di mascherare una calvizie galoppante #GoranPandev

Giroud : entra in un momento delicato ma non ne becca mezza. Ad un certo punto non era il Milan a cercarlo, ma la Roma stessa, consapevole che si sarebbe fatto anticipare #BronzoDiRiace

 

0no comment

writer

The author didnt add any Information to his profile yet

Leave a Reply