Gli altri Supereroi,

Brocchi si nasce, Kalinic si diventa! (Top & Flop Milan-Porto)

Dentro o fuori, la matematica potrebbe non condannarci, ma non vincere equivarrebbe al game over. Milan Porto per provare a restare aggrappati al sogno Champions.

Le formazioni

Pioli sa di giocarsi tutto, ma probabilmente è altrettanto cosciente delle poche possibilità a prescindere dal risultato, dunque schiera una formazione che sembra voler risparmiare alcuni giocatori chiave per il derby. Fuori Ibra, Kessie e Kjaer, dentro Romagnoli, Tonali e Giroud. C’è poi ovviamente la leggenda Krunic a riposo che non citiamo per manifesta superiorità.

La cronaca

Ci si aspetta il Milan delle grandi occasioni, invece quello dei primi minuti è la cosa più simile dell’ultimo periodo al Milan di Giampaolo. I rossoneri sono sfilacciati e disorganizzati, infatti, pur con il solito aiuto arbitrale avversario, che questa sera gioca in bianco/blu per l’occasione, il Porto trova il vantaggio con il solito Luis Diaz.

Ci si aspetta una reazione del Milan, ma il meglio che possiamo ammirare, è un Romagnoli che sembra voler fare dispetto ai compagni, calciando il più lontano possibile qualsiasi pallone e un Theo Hernandez che sembra aver più manie di protagonismo di Richard Gere di questi tempi.

Il risultato è che siamo sotto 1 a 0 a fine primo tempo, con una sola occasione targata Giroud e con Tatarusanu migliore in campo, grazie ad un paio di ottimi interventi.

Il secondo tempo inizia con una sostituzione : esce Calabria per capogiri (dovuti sicuramente ai dribbling di Diaz) ed entra Kalulu.

Gli uomini di Pioli non sembrano riuscire ad invertire la tendenza, è infatti il Porto a colpire una traversa abbastanza clamorosa.

Al 61′ però è proprio l’uomo che non ti aspetti, Pierre Kalulu a propiziare il gol del pari, a seguito di un’azione abbastanza confusa. Da nuovo Desailly a nuovo Leao il passo sembra più breve del previsto.

La mezz’ora finale sarà a tinte rossonere. Pioli le prove tutte : dentro Kessie, dentro Krunic e dentro persino Ibra che dopo aver consultato la sua agenda ricca di impegni, decide per la 5a partita consecutiva di degnarci della sua presenza.

È proprio lo svedese che fa gioire per un solo secondo i tifosi grazie ad un gol, che però viene annullato per una posizione di fuorigioco di Theo.

Negli ultimi minuti il mister decide di togliere le poche chance rimaste inserendo Maldini al posto di Leao, per un finale all’insegna della raccomandazione dato che pochi minuti prima, era entrato anche il figlio di Conceicao.

1 a 1 finale e Champions ormai totalmente compromessa.

 

TOP & FLOP

Top:

Diaz: no non è il nostro diaz, nemmeno sta volta. Incredibile come il colombiano si trasformi in Neymar contro il Milan. #Brasil

Tonali: con rabbia prova a portarsi sulle spalle la squadra, ma Pioli lo toglie nel suo momento migliore. #Hulk

Kalulu: entra con una foga clamorosa e si inventa un goal alla Pippo inzaghi. #Superpierre

Flop:

Saelemaekers: lo avevamo elogiato in passato per il fatto che fosse un giocatore chiave per l’equilibrio, oggi invece giocava con i portoghesi. #Salaminho

Brahim: dopo il covid ha fatto fatica ad entrare nel ritmo partita, ce lo aspettavamo, ma non ci aspettavamo indissasse il mantello dell’invisibilità questa sera. #HarryPotter

 

Romagnoli: dopo una serie di buone prestazioni è tornato a mostrare molte insicurezze. In campo era così confuso da colpirsi da solo. #Pokemon

 

0no comment

writer

The author didnt add any Information to his profile yet

Leave a Reply