Top & Flop Milan-Udinese

Top & Flop Milan-Udinese

Venerdì pomeriggio, contro l'Udinese, in una partita da vincere per forza. Insomma, abbiamo tutti i presupposti per un weekend rovinato. La formazi

Tanti auguri papavanbasten… e grazie!
Brocchi si nasce, Kalinic si diventa! (Top & Flop Milan-Cagliari)
Brocchi si nasce, Kalinic si diventa! (Top & Flop Milan-Cagliari)

Venerdì pomeriggio, contro l’Udinese, in una partita da vincere per forza. Insomma, abbiamo tutti i presupposti per un weekend rovinato.

La formazione

Pioli ha praticamente tutti a disposizione tranne Ibrahimovic (che ormai ha avviato le pratiche per la pensione) e Bennacer squalificato.

Siamo dunque in formazione tipo con Messias che vince il ballottaggio su Saelemaekers che probabilmente ha infastidito Pioli con la sua pettinatura anni 90 e Giroud che vince il ballottaggio su Rebic e nessun’altro, dato che Lazetic sembra essere come il Molise : non esiste.

La cronaca

Il Milan entra con la stessa voglia di vincere del maestro Giampaolo. Squadra lenta, impacciata e a tratti irritante. A lottare per lo scudetto sembra più l’Udinese che trascinata da Deulofeu si rende se non altro più pericolosa del Milan.

A sbloccarla però sono i nostri : Sandro Tonali switcha la personalità da Gattuso a Pirlo, sventaglia in area e poi c’è l’ormai solito Rafael Leao a mettere in rete bullizzando Becao.

Qua ci si aspetta uno sblocco mentale del Milan che però sembra non poter arrivare neanche se in campo scendesse uno psicologo.

Il primo tempo si chiude in vantaggio, ma con sensazioni assolutamente non positive.

La ripresa come volevasi dimostrare è a stampo bianconero, il Milan arretra e perde metri esponendosi all’offensiva avversaria.

Kessie è così impacciato che persino Bakaye Traore riuscirebbe ad avere un impatto migliore, Diaz sembra un eterno innamorato del nascondino e Giroud un turista nell’area di rigore avversaria.

Pioli prova a mescolare le carte mandando in campo Saelemaekers (nonostante il taglio di capelli anni 90) e Rebic. I 2 però non fanno in tempo a mettere piede in campo che l’Udinese segna il pari. 1 a 1.

A seguito dei vari replay si scoprirà che Success ha segnato usando la mano. Al VAR sembra si siano detti : “che è SUCCESS? – Niente gioca”

Da qua in poi il Milan prova a reagire più di nervi che di reale logica, ma la strada ormai è segnata.

Serra è stato fatto fuori, ma evidentemente si dimostra solo un piccolo neo, in mezzo al marcio che affligge la classe arbitrale.

 

I TOP E FLOP

TOP

Leao : fino a un mese fa gli servivano 10 occasioni per fare un gol, ora è un cecchino infallibile. Probabilmente si mangia le chewing-gum di Ibra per stare concentrato #MindTheGol

Tonali : stasera il capello era più ordinato del solito, chiaro segnale che la modalità Pirlo era su “on”. L’assist a Leao è un suo gioiello. Se non fosse per entrambe le orecchie sane lo scambieremmo per #VanGogh

Deulofeu : non si ferma mai. La leggenda narra che stia correndo ininterrottamente da quando ha iniziato la carriera calcistica. Inutile dire che rientrerà a Udine a piedi #Stakanovista

FLOP

Diaz : ad oggi avrebbe più futuro in un remake dei 7 anni. Attendiamo la primavera per vedere se deciderà di uscire dal letargo #Cucciolo

Rebic : capisci che le cose non vanno bene quando fa la sua peggior partita stagionale contro la sua vittima preferita. Si toglie quantomeno lo sfizio di prendere un giallo da duro #DreddLaLeggeSonoIo

Silvestri : non fa nulla di male. Ma il chiaro tributo a Laxalt con quelle treccine non si può proprio vedere #KarateKid

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0